Visualizzazione dei pattern dalla homepage di WP Block Patterns.

Andrew Starr, il proprietario di UXL Themes, ha messo insieme un nuovo progetto attorno ai pattern a blocchi. Il suo nuovo sito, giustamente chiamato Modelli di blocchi WP, consente agli utenti di visualizzare in anteprima tutti i temi e i modelli di blocco ospitati da WordPress.org insieme.

Il progetto non consente ai visitatori di scaricare nulla o chiedere loro di iscriversi. È un sistema demo di base, uno che WordPress.org dovrebbe prendere in considerazione ad un certo punto.

I visitatori possono scegliere qualsiasi modello di blocco. Quindi, possono selezionare qualsiasi tema per vedere che aspetto hanno insieme. È un modo rapido per testare modelli e temi senza aggiungerli effettivamente alla tua installazione di WordPress.

Ad esempio, un utente può visualizzare il Carte sociali di squadra pattern — uno che ho contribuito a creare — insieme al tema Tove di Anders Norén.

Schema di layout delle carte sociali della squadra a tre colonne.

O il Immagine e citazione su uno sfondo pattern con il tema Naledi di Anariel Design.

Due sezioni, ognuna con un frutto e una citazione.

Da Gutenberg Hub’s modelli di pagina di destinazione a EditorsKit’s CondividiAlock collection, il sistema a blocchi ha consentito agli sviluppatori di sperimentare siti unici per gli utenti finali. Poiché tutto è costruito su uno standard, immagino che vedremo ancora più di questi progetti creativi in ​​futuro. WP Block Patterns è un altro passo in quel viaggio.

Questo non è sempre stato il piano per il sito WP Block Patterns. Starr ha deciso di scrivere un blog sui modelli dopo il rilascio delle funzionalità in WordPress 5.5. Dopo aver pubblicato un solo post, il progetto è caduto nel dimenticatoio. Fortunatamente, l’ispirazione ha colpito.

“Ho un sito che uso come punto di riferimento quando fornisco supporto per i miei temi”, ha affermato. “Questo sito ha una miscela di vari contenuti e codice che mi consente di cambiare/visualizzare rapidamente uno qualsiasi dei miei temi, senza la necessità di cambiare effettivamente il tema attivo nell’amministratore o di mantenere un sito diverso per ogni tema.”

Nel processo di miglioramento della sua funzionalità di cambio di tema, il dominio è stato rinnovato. Aveva pianificato di lasciarlo scadere, ma ha deciso di vedere se riusciva a trovare qualcosa a che fare con il sito.

“Ho avuto l’ispirazione per utilizzare il selettore di temi in combinazione con il contenuto dei modelli di blocco”, ha affermato Starr. “Se non avessi lavorato al mio script nello stesso momento in cui ho ricevuto per coincidenza il messaggio di scadenza del dominio, probabilmente non avrei avuto questa idea.”

Attualmente, sta installando manualmente i temi sul sito, ma potrebbe doverlo automatizzare in futuro man mano che vengono rilasciati più temi di blocco. Tuttavia, sta estraendo modelli e categorie direttamente dall’API di WordPress.org, che viene periodicamente aggiornata.

Il sito mostra solo temi di blocco al 100%. Tecnicamente, dovrebbe funzionare con qualsiasi supporto che supporti gli stili dell’editor. Starr ha detto che non gli era mai passato per la mente di mostrare temi non a blocchi.

“Ho tenuto d’occhio le versioni dei temi FSE, controllando ogni tema di blocco che ho incontrato, e sembra proprio che i temi di blocco siano il futuro, e i temi classici sembrano un passo indietro ora dopo aver investito così tanto tempo a lavorare con i temi dei blocchi”, ha detto. “Il sito funzionerebbe perfettamente con i temi classici, ma ce ne sono così tanti disponibili che non sono sicuro di come renderlo gestibile o selezionare quali temi includere (e quali escludere). Immagino che sia anche qualcosa a cui dovrò pensare man mano che il numero di temi dei blocchi aumenta.”

Finora, Starr ha rilasciato due temi di blocco, Hansen e Pria, attraverso il suo marchio UXL Themes. Gli utenti possono visualizzare in anteprima entrambi tramite il sito. Tuttavia, sta già lavorando al suo prossimo progetto.

“Come prova del concetto, sto lavorando su un tema classico che avrà la funzionalità di essere anche un tema basato su blocchi quando FSE sarà disponibile nel core”, ha affermato. “L’idea è che l’utente non noterà alcuna differenza di front-end quando il tema ‘passa’ da classico a basato su blocchi, ma l’utente otterrà i nuovi strumenti di amministrazione FSE, con le classiche modifiche del personalizzatore dell’utente passate intatte al nuovo editore del sito. Ho scoperto che ci sono compromessi che devono essere fatti quando si fa in modo che classico e FSE lavorino insieme senza soluzione di continuità in un singolo tema, quindi non sono sicuro che questo verrà rilasciato in generale”.

Ha anche preso in giro un progetto relativo a FSE che non è né un tema né un plugin. Tuttavia, non era ancora pronto a condividere alcun dettaglio.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.