A differenza dei cicli di test di routine per il programma di sensibilizzazione FSE, Anne McCarthy ha dato una svolta al blog Make WordPress Test all’inizio di oggi. L’annuncio chiede agli utenti di pensare a cosa vorrebbero vedere quando si passa da un tema di blocco all’altro. Il il test è aperto a chiunque chi vuole partecipare fino al 29 settembre.

I passaggi sono allentati e non necessari. L’obiettivo è far riflettere e discutere le persone su come sarà il flusso di passaggio del tema nel tempo. McCarthy ha posto diverse domande, ma sono solo un punto di partenza per una discussione più aperta.

Anche se a volte ho bisogno di struttura, tendo comunque a infrangere le regole. Il formato di questo test mi è andato bene oggi.

Non sono uno che cambia tema. Da quando ho imparato a progettare per WordPress ben più di dieci anni fa, non sono mai passato da un tema all’altro. Almeno non nello stesso modo in cui lo farebbe l’utente medio. Invece, ogni volta che ho aggiunto una nuova mano di vernice sui miei siti web, ho semplicemente sostituito le fondamenta con quello su cui stavo lavorando in quel momento. I temi di WordPress, per me, sono sempre stati solo un’iterazione dell’ultimo progetto.

Uno dei capisaldi della programmazione è riutilizzare il codice, ed è un principio che ho preso a cuore. Anche ora, mentre continuo a esplorare il design del tema a blocchi, lo sto facendo da una versione sventrata dell’ultimo tema WordPress che ho creato.

Quando penso di cambiare tema, non è un’esperienza a cui sono abituato. Anche quando ho iniziato a lavorare per WP Tavern, il sito utilizzava già uno dei miei temi con alcune personalizzazioni. Mi sembra di essermi perso. Durante tutto il mio viaggio con WordPress dalla versione 1.5, in cui la piattaforma ha introdotto per la prima volta i temi, non ho mai veramente sperimentato il processo di cambio di tema nel modo più fondamentale. Lo farò presto, ma ne parleremo un altro giorno.

Quando ho “cambiato” i temi, l’ho fatto in ambienti di test per scrivere su di essi o per eseguire il supporto tecnico per gli utenti finali.

L’invito all’esplorazione si è concentrato principalmente sulle caratteristiche relative al design globale. Tuttavia, nella mia esperienza, questi tendono a importare molto meno di come sarà il contenuto di un utente. La prima cosa che faccio quando provo un tema è caricare un post demo. Ultimamente, questo è stato il post di test “Benvenuto nell’editor Gutenberg”. La domanda principale: Posso leggere il contenuto comodamente? Se non supero questa fase, disattivo semplicemente il tema.

Per questo esperimento ho scelto tre temi:

Ho iniziato con quella base per testare quanto fosse facile leggere un semplice post sul blog.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.