Automattic ha rilasciato il suo secondo tema di blocco nella directory dei temi di WordPress la scorsa settimana. Blocchi Maylandland è rivolto a fotografi e altri utenti che vogliono mostrare i loro progetti. È il figlio di Blockbase, una sorta di ibrido starter/genitore recentemente annunciato dal Theme Team dell’azienda.

Avevo grandi speranze che i Mayland Blocks entrassero. Ho tenuto d’occhio i suoi Archivio GitHub negli ultimi due mesi. È stato uno dei primi temi 100% a blocchi su cui il team sembrava lavorare.

Sebbene i temi dei blocchi siano ancora sperimentali in questa fase, sono stato certamente deluso. Forse le mie aspettative erano troppo alte. Ero ansioso di rimanere a bocca aperta quando avrei dovuto entrare in questa recensione in modo più equilibrato. Tuttavia, io sono quello che sono, e questo è qualcuno che è sinceramente eccitato ogni volta che arriva un nuovo tema di blocco. Sono pronto per la prossima grande cosa, ma Mayland Blocks non era all’altezza.

Quando ho iniziato il processo di test del tema, il primo ordine del giorno era ricreare la galleria Masonry come mostrato nello screenshot del tema:

Layout della galleria previsto da Mayland Blocks

Il mio primo pensiero è stato che l’output della galleria predefinito sarebbe stato automagicamente lavoro. Io non l’ho fatto. Quindi, ho cercato uno stile di blocco Galleria. Lì non c’è niente. Ho cercato un modello personalizzato. Niente neanche lì. In breve, era impossibile ricreare la galleria mostrata nello screenshot del tema, una delle caratteristiche principali che mi ha attirato.

Peccato. Non vedevo l’ora di vedere una galleria di immagini in stile Massoneria costruita sul sistema di blocchi.

Uno screenshot di un blocco Galleria standard come mostrato da Mayland Blocks.
Output della galleria standard con Mayland Blocks.

Con un po’ di investigazione e sbirciando sotto il cofano del demo del tema su WordPress.com, ho visto che stava usando il Plugin CoBlocks di GoDaddy. La cosa che rendeva speciale il tema non aveva nulla a che fare con il tema.

Dopo una rapida installazione, ho convertito la mia galleria esistente nel blocco CoBlocks Masonry. Successo!

Screenshot di una galleria in stile muratura dal plugin WordPress CoBlocks.
Output galleria in muratura tramite CoBlocks.

A quel punto, ho iniziato a chiedermi perché stessi testando i Mayland Blocks. La sua pretesa di fama dipendeva dalla presentazione della fotografia. Il blocco principale della Galleria funziona abbastanza bene e posso usare CoBlocks con qualsiasi tema. Quelli più decenti forniscono il tipo di modello a tela aperta che non è diverso dalla prima pagina di Mayland.

Ciò che lo avrebbe reso un grande tema sarebbe stato mantenere la promessa del suo screenshot. Questa è stata anche un’occasione mancata per mostrare alcuni stili e modelli di blocchi della Galleria alternativi. Se vogliamo che più utenti acquistino questo sistema, alcuni dei nostri migliori team di progettazione e sviluppo devono fare un passo in più.

Per un tema così semplice, adatto come design di una pagina, questo era il momento di piegarsi all’angolo della fotografia.

Fornisci agli utenti un’opzione cornice Polaroid:

Galleria di immagini con cornice in stile polaroid.

Aggiungi uno stile di blocco “senza grondaia”:

Galleria di immagini senza grondaia/spazio vuoto.

Raggruppa alcuni modelli che combinano il blocco Galleria con altri. Dateci un po’ di sapore.

Mayland Blocks funziona bene come tema figlio di WordPress.com perché la sua suite di plugin è immediatamente disponibile per tutti gli utenti. Per un progetto pubblicato pubblicamente su WordPress.org, è un po’ deludente che fosse un porting diretto.

Il tema figlio è essenzialmente il suo genitore con un modello di prima pagina a tela aperta e alcune banali modifiche al carattere e al colore. Sorprendentemente, è entrato nella directory dei temi con così poche modifiche. Due giorni dopo, un altro tema per bambini era completamente rifiutato per aver semplicemente aggiunto “alcune modifiche minori che possono essere apportate direttamente dal tema principale”. L’applicazione incoerente delle linee guida da parte di revisori diversi è stata a lungo una questione spinosa, soprattutto quando entrano in gioco regole più soggettive.

Tuttavia, i temi dei blocchi hanno più spazio di manovra al momento. Ci sono così pochi utenti da testare che ha senso lasciare che le cose scorrano.

Una delle precedenti linee dure del Themes Team è stata che i modelli di prima pagina in bundle devono rispettare le impostazioni di lettura dell’utente. Ciò significava che se un utente sceglieva esplicitamente di mostrare i post del blog sulla prima pagina, il tema doveva visualizzare quei post.

Mayland Blocks è il primo che ho visto ottenere un passaggio su questo, un segno speranzoso di un maggiore margine di manovra per i temi inviati dalla directory in futuro.

I temi dei blocchi sono una bestia diversa. I file HTML non sono dinamici e non c’è modo di inserire un controllo condizionale PHP in a front-page.html file nello stesso modo in cui i temi una volta facevano in a front-page.php modello. C’è una soluzione tecnica per questo, ma non credo sia necessario. I temi dei blocchi stanno cambiando il gioco e le linee guida dovranno essere seguite.

Adoro vedere il contributo – qualsiasi contributo, davvero – di un altro tema di blocco a WordPress.org. Tuttavia, voglio vedere più arte in cima al tema genitore Blockbase.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.