Blocco, FSE, Ibrido, Universale?  Come chiamiamo questi nuovi temi WordPress?  – Taverna WP
Categories
News Sviluppo Realizzazione Siti Web Wordpress Serra Simone

Blocco, FSE, Ibrido, Universale? Come chiamiamo questi nuovi temi WordPress? – Taverna WP

Tempo di lettura: 4 minuti

Ellen Bauer, sviluppatrice e co-proprietaria di ElmaStudio, la scorsa settimana ha posto su Twitter la domanda che molti si sono posti. Come chiamiamo questi nuovi tipi di temi WordPress realizzati con blocchi? Non è stata la prima a chiederlo. La domanda è emersa anche tramite il Stato del messaggio Slack chat all’inizio di questa settimana.

La risposta breve è che questi nuovi temi sono “temi a blocchi”.

Il team dei temi di WordPress ha deciso di utilizzare questa terminologia nel dicembre 2021. Il consenso durante il loro incontro era quello di chiarire la differenza tra blocchi e temi classici.

Anche la terminologia è cresciuta organicamente con l’emergere del nuovo sistema di temi. I temi a blocchi sono temi letteralmente costituiti da blocchi. L’obiettivo a lungo termine dovrebbe essere semplicemente chiamarli “temi”, ma il prefisso “blocco” rimarrà con noi per un po’.

La risposta lunga è più sfumata. Come ha notato Anne McCarthy nella discussione sul Post Status, ora ci sono quattro tipi di temi:

  • Bloccare
  • Classico
  • Ibrido
  • universale

Tecnicamente, gli sviluppatori possono creare un sistema di temi completamente personalizzato. Questo è quanto sia flessibile WordPress, ma ci atterremo alle definizioni un po’ più ufficiali. Ci sono abbastanza termini per il nostro piccolo dizionario di temi così com’è.

Temi a blocchi

Modifica di un tema di blocco tramite l’editor del sito.

I temi a blocchi sono stati ufficialmente supportati dal rilascio di WordPress 5.9 il mese scorso. Forniscono agli utenti l’accesso a nuovi strumenti come l’editor del sito e le interfacce degli stili globali. Queste funzionalità hanno sostituito molte pagine di impostazioni precedenti, come le schermate di personalizzazione e widget.

Ventidue ventidue è la prima impostazione predefinita a supportare questo nuovo set di strumenti. C’è anche un numero piccolo ma crescente di altri temi a blocchi.

Perché non li chiamiamo temi FSE? La modifica completa del sito è una raccolta di componenti e non una singola cosa. WordPress ha rilasciato molti di questi componenti prima della versione 5.9, come l’editor di modelli, i widget basati su blocchi e theme.json sostegno. In un certo senso, un tema classico con qualsiasi livello di supporto delle funzionalità è anche un tema FSE.

La cosa che rende i temi a blocchi diversi dai temi classici è che sono costruiti da modelli HTML fatti interamente di blocchi. Ciò abilita automaticamente l’editor del sito, l’editor dei modelli, l’interfaccia degli stili globali e altro ancora.

Temi classici e ibridi

Personalizzatore WordPress aperto.  Sulla sinistra c'è una serie di pannelli di controllo.  Sulla destra c'è una cornice con la home page del sito in vista.
Personalizzazione di Twenty Twenty, un tema classico.

Ho raggruppato temi classici e ibridi insieme perché non c’è bisogno di differenziare i due.

I temi WordPress classici sono quelli che abbiamo conosciuto e amato in tutti questi anni. Nella maggior parte dei casi sono dotati di modelli basati su PHP. Ce ne sono alcuni, tipo Foxhound, che sono principalmente costituiti da JavaScript. Tuttavia, nessuno ha i modelli HTML di blocco necessari per qualificarsi come tema di blocco.

I temi ibridi sono temi classici che hanno adottato uno o più componenti FSE, come l’editor di modelli o theme.json.

Non separo i due tipi di temi perché non lo abbiamo mai fatto prima quando i temi adottano nuove funzionalità. Ad esempio, quando è stato introdotto per la prima volta il sistema di menu di navigazione, non era necessario chiamare i temi in modo diverso a seconda che supportassero il nuovo sistema di menu. Lo stesso si può dire per la maggior parte delle altre funzionalità in passato.

Se non altro, la directory dei temi ufficiale potrebbe dover espandere i suoi tag per includere funzionalità aggiuntive man mano che si presentano. I filtri consentono agli utenti di cercare le cose che desiderano da un tema.

Temi universali

I temi universali funzionano sia in un contesto classico che in un editor di siti. Ben Dwyer ha offerto a spiegazione più approfondita tramite il blog Theme Shaper l’anno scorso:

I temi universali sono un tentativo di colmare il divario tra i temi classici e i temi a blocchi, aggiungendo alcuni livelli a un tema a blocchi per farlo funzionare.

Un tema universale è un tema a blocchi che può utilizzare l’editor del sito completo ma può anche essere configurato in modo più classico. Ciò significa che puoi utilizzare i classici strumenti di WordPress, come i dashboard di Personalizzazione, Menu e Widget, nonché l’Editor del sito.

Non ho visto molto appetito da parte degli sviluppatori per la creazione di temi universali. Non sono sicuro che ne esistano, almeno non nella directory ufficiale.

È troppo presto per dire se alla fine prenderanno piede con gli autori del tema. Il supporto degli strumenti WordPress sia classici che moderni probabilmente ha senso solo per i temi più popolari. I loro autori potrebbero aver bisogno di rielaborare la loro base di codice, optando per più funzionalità FSE e passando da uno stato classico/ibrido a un supporto universale. Se la domanda c’è, alcuni la soddisferanno senza dubbio.

L’onere di supporto e manutenzione non sarebbe allettante per la maggior parte. Una rottura netta dal classico è probabilmente il percorso migliore per gli sviluppatori che creano con le ultime funzionalità di WordPress.


Dare un nome alle cose è difficile, ma è fondamentale avere un piano di parità tra i partecipanti alle discussioni. La distinzione tra temi classici e blocchi sarà probabilmente la più utile.

Dubito che i termini contino molto per l’utente medio di WordPress. Hanno bisogno di sapere se un tema supporta la funzionalità X o la funzionalità Y. È passato un po’ di tempo da quando i tag del tema (filtri) sono stati revisionati e molti sono obsoleti. Potrebbe valere la pena rivisitarli per assicurarci di soddisfare le esigenze degli utenti oggi.


Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.

Scroll Giù