Warning: sprintf(): Too few arguments in /var/www/vhosts/serrasimone.it/httpdocs/wp-content/plugins/wpseo-local/src/presenters/geo/position-presenter.php on line 33
Fix Bad Request Error 400
Categories
News Sviluppo Realizzazione Siti Web Wordpress Serra Simone

Che cos’è un errore di richiesta errata 400 e come lo risolvi?

Tempo di lettura: 7 minuti

Non è super fastidioso quando sei coinvolto in una routine frenetica e il sito Web che stai utilizzando non si carica? Come completerai il tuo progetto online o finirai la tua ricerca in tempo? Può interrompere il tuo programma e rendere molto stressante lavorare su un progetto.

Le persone possono affrontare una serie di errori quando utilizzano Internet. In questo post ne parleremo errore 400, uno dei tanti codici di stato 4xx. Impedisce agli utenti di accedere al sito Web o alle risorse Web desiderati.

Daremo uno sguardo completo errore 400. Successivamente, discuteremo diversi metodi per risolvere il errore 400 Messaggio.

Quindi, iniziamo con una semplice domanda: che cos’è un errore 400 di una richiesta non valida?

Che cos’è l’errore 400?

Puoi chiamarlo un errore 400 messaggio o 400: Richiesta errata. Il errore 400 viene visualizzato anche come “HTTP errore 400” in alcuni browser ma può essere diverso per altri.

L’errore di richiesta non valida si verifica quando il server che stai tentando di raggiungere vede la tua richiesta di accesso come un errore generale del client. Quindi, rifiuta e non verifica la tua richiesta. A sua volta, ciò porta al errore 400 risposta sul tuo browser.

Mostra spesso quando il server non può classificare l’errore in altre categorie di codici di stato. Genera la risposta “400 Bad Request” sul tuo browser. Questo errore mostra che la richiesta che hai inviato presentava alcuni problemi (ad esempio, l’utente) con il server prima dell’elaborazione.

Il server potrebbe classificarlo come un errore generico lato client a causa di un framing del messaggio di richiesta non valido o persino di una sintassi della richiesta errata.

Un altro possibile motivo per il messaggio di errore 400 Bad Request è il routing ingannevole della richiesta. Il server vede tutti questi problemi come errori avviati dal client. Il server non può e non elaborerà la tua richiesta di accesso in questo caso.

Nella maggior parte dei casi, a 400 Richiesta errata è dovuto a problemi lato client. Tuttavia, è anche possibile che il server abbia riscontrato una configurazione scadente o altri problemi.

Diamo un’occhiata ad alcune delle varianti di errore 400.

Variazioni multiple dell’errore 400

Il errore 400 proviene dalla famiglia di codici di stato HTTP. Pertanto, informa l’utente del motivo per cui non può accedere a un sito specifico. In rari casi, il messaggio di errore potrebbe non mostrare il codice di errore o il messaggio potrebbe variare.

Ciò è dovuto alle variazioni del errore di 400 Messaggio.

Queste variazioni dell’errore di richiesta non valida 400 includono:

  • Brutta richiesta – Errore 400
  • Richiesta errata: URL non valido
  • 400 Richiesta errata
  • HTTP Errore 400 – Brutta richiesta
  • HTTP Errore 400
  • 400 – Richiesta errata
  • Richiesta errata: il tuo browser ha inviato una richiesta che questo server non è stato in grado di comprendere
  • 400 Richiesta errata: intestazione della richiesta o cookie troppo grande
  • HTTP Errore 400 – Il nome host della richiesta non è valido

Perché ricevi un errore 400?

Il tuo computer invia una richiesta a un server web quando premi invio dopo aver digitato un URL. Il server riceve la richiesta, la legge e quindi la verifica. Quindi, ti invia la pagina web richiesta.

Così la errore 400 si verifica quando il server rileva un problema nella tua richiesta.

Non elaborerà la richiesta né invierà la risorsa web richiesta. Invece, invierà semplicemente un messaggio di errore come “400 Bad Request”. Ecco alcuni motivi per cui potresti vedere errore 400:

  • Sintassi dell’URL non corretta
  • Cache DNS obsoleta/corrotta
  • Cookie e cache del browser obsoleti
  • File di grandi dimensioni

6 metodi per correggere l’errore 400

Ecco un suggerimento utile prima di immergerci in alcuni modi per risolvere errore 400. Sarebbe utile se provassi a ricaricare/aggiornare la pagina. A volte, i problemi che negano la tua richiesta di accesso possono risolversi da soli.

Non preoccuparti se un semplice ricaricamento/aggiornamento non ti ha permesso di accedere al sito o alla risorsa web. Puoi provare rapidamente alcuni dei seguenti metodi per risolvere errore 400

1. Cancella cache DNS obsoleta

Diamo un’occhiata in questo modo: il tuo dispositivo scansiona rapidamente diversi record DNS quando visiti un sito. Il dispositivo cerca indirizzi IP, nomi di server e indirizzi/nomi di dominio visitati in precedenza nei record DNS. Il contenuto che il tuo sistema sta cercando nella cache DNS dovrebbe essere correlato al nome di dominio a cui stai tentando di accedere.

Successivamente, il tuo dispositivo esegue l’orologio e memorizza l’indirizzo IP dei server nei suoi record DNS. In questo modo, il tuo dispositivo non deve dedicare molto tempo al calcolo e alla ricerca di una corrispondenza del nome di dominio nella cache DNS.

Successivamente, le visite successive al sito si caricano ancora più velocemente.

Il problema principale è che la cache DNS ha spazio preallocato nella memoria interna del tuo dispositivo. E se visiti molti siti Web diversi, la tua cache DNS richiederà l’autorizzazione manuale poiché può diventare obsoleta o danneggiata.

A causa di una cache DNS danneggiata, il server rifiuta la richiesta del browser in quanto sembra avere un errore. Quindi, vedi il errore 400 Messaggio di richiesta errata.

Devi rimuovere manualmente la cache DNS danneggiata/obsoleta dal tuo dispositivo per risolvere il problema.

Puoi trovare questa cache DNS all’interno del sistema operativo del tuo dispositivo.

Cancella la cache DNS obsoleta nel tuo dispositivo MacOS X

  1. Premere il tasto F4 sulla tastiera/tastiera
  2. Apri il Terminale
  3. Esegui il terminale di comando
  4. Digita il comando “sudo killall -HUP mDNSResponder”

Cancella la cache DNS obsoleta nel tuo dispositivo Windows 10

  1. Vai al menu Start di Windows e fai clic con il pulsante destro del mouse
  2. Fare clic su cerca e digitare “prompt dei comandi”.
  3. Esegui il prompt dei comandi
  4. Digita il comando “ipconfig/flushdns”
  5. Premi invio e attendi fino al completamento del processo
  6. Se l’azione viene completata, verrà visualizzato il messaggio “Svuotamento riuscito della cache del resolver DNS”.

Cancella cache DNS obsoleta in Google Chrome

  1. Apri Google Chrome
  2. Senza virgolette, fai clic sulla barra degli indirizzi e digita “chrome://net-internals/#dns” senza virgolette.
  3. Fai clic su “Svuota cache host”.

Se utilizzi qualsiasi altro browser, assicurati di svuotare la cache DNS obsoleta al suo interno per risolvere il problema errore 400 messaggi.

Troverai anche molto strumenti di riparazione per siti WordPress nello specifico. Tali strumenti possono aiutarti a risolvere molti problemi con il tuo sito web se sei un amministratore.

2. Disabilita le estensioni del browser

La disabilitazione delle estensioni del browser è un metodo spesso trascurato per risolvere il problema errore 400 Brutta richiesta. Puoi provare a disabilitare o addirittura a rimuovere le estensioni che hai attualmente. Una volta fatto, controlla se questo risolve il problema.

Numerose estensioni del browser portano codice aggiuntivo nel frame di lavoro del browser. Ciò interferisce con il modo in cui il browser invia una richiesta a un determinato server web.

In breve, le estensioni del tuo browser web potrebbero essere la causa principale di errore 400.

A causa delle estensioni che interferiscono con la richiesta del tuo browser, il server potrebbe rifiutare la tua richiesta e non verificarla. Inoltre, molte estensioni influiscono sui cookie e sulla cache del browser. Ciò può anche portare al errore di 400 messaggi.

Pertanto, ti consigliamo di disabilitare le estensioni del tuo browser e di verificare se ciò risolve il problema. Ecco come farlo nel browser Google Chrome:

  1. Esegui Google Chrome
  2. Fai clic sul menu a tre punti nella parte superiore del browser (lato destro)
  3. Fai clic su “Altri strumenti”.
  4. Seleziona Estensioni
  5. Disattiva manualmente tutte le estensioni facendo clic sull’interruttore di accensione/spegnimento
  6. Aggiorna la pagina web o inserisci nuovamente l’URL
  7. Se il problema non si risolve, passare a un altro metodo

Se l’estensione del browser attiva il errore 400 messaggi, la pagina Web verrà caricata normalmente. Ti consigliamo di restringere la ricerca per l’estensione colpevole. Dopo aver confermato che le estensioni hanno attivato il file errore 400trova il responsabile.

Riattiva tutte le estensioni e ricarica la pagina. Se errore 400 si presenta di nuovo, inizia a disattivare le estensioni una per una per trovare quella che attiva l’errore di richiesta errata.

Disabilita queste estensioni o rimuovile dal tuo browser.

3. Controllo incrociato dell’indirizzo di dominio

Abbiamo affermato in precedenza che l’errore HTTP 400 si verifica a causa di errori sul lato client. Uno degli errori più grandi e comuni è quello di inserire l’URL sbagliato.

Digitando l’URL sbagliato per raggiungere un determinato sito Web, potresti attivare errore 400.

Potresti aver commesso un errore di battitura durante l’inserimento dell’URL nella barra degli indirizzi del browser. Potresti avere una sintassi errata nell’indirizzo. Allo stesso modo, potresti aver inserito caratteri illegali o irrilevanti durante la digitazione dell’URL.

Assicurati di controllare l’ortografia del nome di dominio che stai cercando di raggiungere. Presta attenzione se l’URL contiene un nome file, una stringa di query, un percorso di directory o simboli speciali.

È sufficiente inserire in modo errato un singolo trattino (-) per attivare il errore 400 messaggi.

Un URL codificato male può anche causare il errore 400. Il processo di codifica converte l’URL in caratteri ASCII. Ciò semplifica il trasferimento della richiesta URL su Internet al server.

Ma un singolo carattere fuori posto come un segno di doppia percentuale (%%) invece di un singolo cadrà in un errore di sintassi non corretto. Questo è sufficiente per attivare il errore 400.

In breve, riceverai il errore 400 se stai usando un URL codificato male.

4. Pulisci i cookie del browser e i dati della cache danneggiati/obsoleti

I cookie del tuo browser memorizzano dati sul tuo comportamento con diversi siti. Migliorano l’esperienza dell’utente e la personalizzazione del sito in modo che tu possa continuare a visitarli. Lo stesso vale per i dati della cache del browser.

I dati della cache memorizzano le informazioni per aiutare a caricare i siti più velocemente. Tali componenti includono immagini e testo.

Sia i cookie che i dati della cache si combinano per fornire un’esperienza di navigazione personalizzata all’utente. Tuttavia, c’è un problema serio con entrambi i tipi di funzionalità di navigazione.

I cookie e la cache possono essere danneggiati o obsoleti.

I cookie e la cache obsoleti sono cause comuni di errore 400. Se il tuo browser invia file cookie di grandi dimensioni, il server potrebbe rispondere con un errore 400 Messaggio “Richiesta errata”.

Per risolvere il errore 400 e accedere alla pagina Web, è necessario cancellare i cookie e la cache del browser obsoleti.

Cancellazione di cookie e cache danneggiati in Google Chrome:

  1. Fai clic sui tre punti nell’angolo in alto a destra di Google Chrome
  2. Fare clic su Impostazioni
  3. Vai alla scheda “Privacy e sicurezza”.
  4. Seleziona “Cancella dati di navigazione”.
  5. Seleziona le caselle “Immagini e file memorizzati nella cache”, “Cookie” e “Altri dati del sito”.
  6. Fai clic su “Cancella dati” e attendi che Chrome termini il processo

Tieni presente che seguendo questi passaggi verrai disconnesso da diversi siti Web. Potresti anche perdere le impostazioni personali per alcuni.

Inoltre, il tempo di caricamento potrebbe aumentare leggermente per diversi siti. Prova il metodo seguente se la cancellazione della cache obsoleta e dei cookie non funziona.

5. Rivedere e garantire la dimensione del file corretta

Verrà attivato l’invio di file di grandi dimensioni al server errore 400. È possibile che venga visualizzato un messaggio di errore “400 Richiesta non valida” se la richiesta supera il limite di caricamento file del server.

La soluzione più semplice per questo problema è comprimere i file.

È possibile ridimensionare il file di grandi dimensioni per adattarlo al limite di dimensioni di caricamento del server. Tuttavia, il ridimensionamento di un file può comportare una qualità inferiore. Questo è comune per i file di immagine e PDF poiché il contenuto può diventare illeggibile e sfocato.

6. Prova a riavviare il PC o l’hardware pertinente

Come ultima risorsa, riavvia il PC per risolvere il problema. Inoltre, riavvia la connessione di rete in quanto potrebbe anche risolvere l’errore di richiesta errata.

Puoi anche provare a ripristinare il router o altre connessioni.

Il riavvio del PC o dell’hardware Internet libererà un po’ di spazio di archiviazione nella memoria ad accesso casuale (RAM). Liberando spazio sulla RAM, il file errore 400 il problema potrebbe risolversi.

Conclusione

Puoi provare una combinazione di metodi per risolvere il errore 400 Messaggio di richiesta errata. Se continui a riscontrare il problema, prova a parlare con un professionista esperto. È un problema lato client per la maggior parte del tempo, ed è per questo che è facile da risolvere.

Molti problemi lato client possono interferire con la richiesta inviata. Ad esempio, potrebbero esserci problemi di memorizzazione nella cache locale con la tua richiesta.

Puoi facilmente comprendere e utilizzare i metodi di cui sopra. Richiedono conoscenze tecniche minime in modo da poter riprendere il lavoro in pochissimo tempo.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.

Scroll Giù