Stai cercando un modo semplice per trovare pagine di errore 404 sul tuo sito Web WordPress e reindirizzarle?

Gli errori 404 si verificano quando gli utenti cercano di raggiungere una pagina del tuo sito web che non esiste più. Questi errori 404 creano una brutta esperienza utente che può portare a un calo delle classifiche dei motori di ricerca e a una riduzione delle vendite di e-commerce.

In questo articolo, ti mostreremo come tenere traccia facilmente delle pagine 404 e reindirizzarle in WordPress.

Che cos’è un errore 404?

Un errore 404 è un codice di stato HTTP, che mostra che il server non è riuscito a raggiungere la pagina web che stai cercando di visitare.

Ciò significa che se inserisci un URL di una pagina web che non esiste, vedrai un errore 404 Pagina non trovata.

Esempio di errore 404

Ora, ci sono molte ragioni per cui si verifica l’errore 404. Potrebbe essere perché hai commesso un errore durante l’inserimento dell’indirizzo URL, la pagina è stata eliminata dal sito Web o il nome del dominio non esiste più.

Un altro motivo che può causare un errore 404 è che la pagina è stata spostata su un altro URL ma non è stata reindirizzata correttamente, causando un collegamento interrotto.

Ultimo ma non meno importante, a volte i malfunzionamenti del server possono anche portare a errori 404 in a Sito Web WordPress.

Perché tenere traccia delle pagine 404 e reindirizzarle?

Ora che conosci i diversi motivi che potrebbero causare errori 404, diamo un’occhiata al motivo per cui è estremamente importante per i proprietari di siti Web tenere traccia degli errori 404 e risolverli.

Gli errori 404 sono dannosi per l’esperienza utente del tuo sito. Se gli utenti non riescono a trovare la pagina che stanno cercando, probabilmente lasceranno il tuo sito e andranno ai tuoi concorrenti.

Ciò significa che perderai potenziali clienti e perderai l’opportunità di convertire i tuoi visitatori in abbonati.

A parte questo, gli errori 404 hanno un impatto negativo sul tuo WordPress SEO WordPress classifiche. L’algoritmo di ranking dei motori di ricerca spesso penalizza i siti Web quando si imbattono in collegamenti interrotti.

Per non parlare, queste pagine rotte ti faranno perdere preziosi link a ritroso per il tuo sito web che si traduce in un’autorità di dominio inferiore e un calo significativo nel posizionamento delle parole chiave di Google.

Detto questo, diamo un’occhiata a come puoi facilmente tenere traccia delle pagine 404 e reindirizzarle in WordPress. Tratteremo due metodi diversi, quindi sentiti libero di fare clic sul link qui sotto per passare al tuo metodo preferito:

Metodo 1: come tenere traccia delle pagine 404 e reindirizzarle in WordPress utilizzando AIOSEO

Il modo più semplice per tenere traccia e correggere le pagine 404 sul tuo sito Web WordPress è utilizzare il Tutto in uno SEO plugin per WordPress noto anche come AIOSEO. È il miglior plugin SEO per WordPress utilizzato da oltre 2 milioni di professionisti.

AIOSEO ti consente di trovare facilmente pagine con collegamenti interrotti e di correggerli con pochi clic utilizzando il loro potente gestore di reindirizzamento.

La parte migliore di AIOSEO è che ti aiuta a impostare reindirizzamenti 301 più veloci che ti aiutano a migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

Per questo tutorial, useremo il Versione AIOSEO Pro perché include il potente addon del gestore di reindirizzamento. C’è un versione gratuita di AIOSEO, ma non include il monitoraggio 404 e il gestore di reindirizzamento.

Innanzitutto, dovrai installare e attivare il plug-in AIOSEO Pro. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin per WordPress.

Una volta che il plugin è attivo, vai su All in One SEO » Reindirizzamenti e fai clic sul pulsante “Attiva reindirizzamenti”.

Attiva i reindirizzamenti in AIOSEO

Successivamente, è necessario visitare la scheda “Impostazioni” in Reindirizzamenti per abilitare i registri 404 e tenere traccia delle pagine con collegamenti interrotti.

Scorri verso il basso fino alle sezioni “Registri” e assicurati che l’opzione “Registri 404” sia abilitata. Successivamente, seleziona il periodo di tempo per registrare i log 404 utilizzando il menu a discesa. Si consiglia di non più di un mese per prestazioni ottimali del server.

abilita i log 404

Una volta terminato, vai avanti e fai clic sul pulsante “Salva modifiche”.

Ora vedrai una scheda “404 Logs” nella sezione Reindirizzamento in AIOSEO.

Registri 404 sotto Reindirizzamenti

Quando abiliti per la prima volta i log 404, questa pagina non conterrà alcun dato. Inizia a monitorare le pagine 404 solo dopo aver abilitato l’impostazione.

Tuttavia, una volta attivato, la registrazione AIOSEO 404 monitora attivamente gli errori 404 sul tuo sito Web e li visualizzerà qui.

Mostrerà un elenco di tutti gli URL che hanno un errore 404, quante volte il collegamento è stato visitato nella colonna “Hits” e la data dell’ultima visita nella colonna “Ultimo accesso”.

Una volta identificate le pagine con collegamenti interrotti, puoi semplicemente reindirizzarle facendo clic sul pulsante “Aggiungi reindirizzamento”.

Quando fai clic sul pulsante, vedrai l’opzione per inserire un URL di destinazione e selezionare il tipo di reindirizzamento dal menu a discesa. Ad esempio, puoi spostare una pagina in modo permanente selezionando l’opzione 301 Spostato in modo permanente.

Successivamente, fai clic sul pulsante “Aggiungi reindirizzamento” e il tuo collegamento interrotto verrà ora reindirizzato automaticamente al nuovo URL di destinazione.

Fare clic sul pulsante Aggiungi reindirizzamento

Nota: Con il tempo, la dimensione del file di registro può aumentare e occupare molto spazio su disco. La mancanza di Hosting WordPress spazio su disco può causare errori.

Per essere sicuri di non incorrere in questo problema, è buona norma eliminare e cancellare i log di errore 404.

Con AIOSEO, puoi facilmente eliminare qualsiasi singolo errore 404 dai tuoi registri facendo clic sull’icona del cestino.

Elimina l'errore 404 da AIOSEO

Puoi anche eliminare in blocco i tuoi log 404 andando su Tutto in uno SEO » Strumenti e quindi fare clic sulla scheda “Strumenti database”.

Ora scorri verso il basso fino alla sezione “Registri” e fai clic sul pulsante “Cancella registri 404”.

Cancella i log 404 dagli strumenti del database

Oltre a tenere traccia degli errori 404, il gestore di reindirizzamento AIOSEO include anche il monitoraggio dei permalink. Ciò significa che se elimini una pagina sul tuo sito o modifichi l’URL di qualsiasi post del blog, ti avviserà automaticamente di impostare un reindirizzamento.

In alcuni casi, AIOSEO può persino impostare i reindirizzamenti 301 corretti per te senza alcuno sforzo.

Suggerimento bonus: impostare reindirizzamenti 301 più veloci in WordPress con AIOSEO

AIOSEO ti consente di impostare reindirizzamenti più veloci andando alla scheda Impostazioni e scegliendo il metodo di reindirizzamento del server Web.

Reindirizzamenti a livello di server AIOSEO

Ciò consente di sbloccare significativi miglioramenti della velocità rispetto al metodo di reindirizzamento WordPress / PHP predefinito.

Metodo 2: come tenere traccia delle pagine 404 e reindirizzarle in WordPress utilizzando il plug-in di reindirizzamento

Il prossimo metodo per tenere traccia delle pagine 404 e reindirizzarle è utilizzare il Plugin di reindirizzamento per WordPress.

Nota: Questo è un plugin avanzato e alcuni principianti potrebbero trovarlo più difficile da usare.

Per prima cosa devi installare e attivare il plugin. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin per WordPress.

Dopo l’attivazione, vai su Strumenti » Reindirizzamento quindi scorrere verso il basso per fare clic sul pulsante “Avvia configurazione” per impostare i reindirizzamenti.

Avvia la configurazione del plugin di reindirizzamento

Successivamente, il plug-in ti chiederà se desideri monitorare le modifiche ai permalink in WordPress e se desideri mantenere i registri dei reindirizzamenti e degli errori 404.

Basta selezionare la casella di controllo per queste opzioni e fare clic sul pulsante “Continua installazione”.

Configurazione di base Plugin di reindirizzamento

Il plug-in ora verificherà lo stato dell’API Rest. Quando il risultato dello stato torna buono, puoi fare clic sul pulsante “Fine configurazione”.

Test API Rest in Reindirizzamento

Successivamente, puoi aggiungere un nuovo reindirizzamento per le tue pagine 404. Per iniziare, inserisci l’URL della pagina che desideri reindirizzare nella colonna URL di origine.

Quindi, seleziona se desideri corrispondere esattamente al parametro di query, ignorarli o passarli all’URL di destinazione dal menu a discesa Parametro di query.

Ora inserisci l’URL di destinazione a cui verrà reindirizzata la pagina 404, mantieni l’opzione Gruppo su “Reindirizzamento” e fai clic sul pulsante “Aggiungi reindirizzamento”.

Aggiungi nuovo reindirizzamento

Se desideri più opzioni per impostare il reindirizzamento, fai clic sull’icona a forma di ingranaggio accanto al pulsante Aggiungi reindirizzamento.

Puoi iniziare aggiungendo il vecchio URL che mostra 404 nella colonna URL di origine, selezionando il parametro di query come prima e aggiungendo un titolo per descrivere lo scopo di questo reindirizzamento.

Successivamente, seleziona l’opzione Abbina dal menu a discesa. Vedrai più opzioni, tra cui solo URL, URL e referrer, URL e agente utente e URL e stato di accesso.

Più opzioni per aggiungere un nuovo reindirizzamento

Nella maggior parte dei casi, si desidera utilizzare URL e referrer. Principalmente perché se vedi diverse richieste 404 per una pagina specifica, probabilmente non è un errore di battitura dell’utente, ma piuttosto deve essere qualcuno che si sta collegando all’URL sbagliato.

Ora, ogni volta che qualcun altro si collega all’URL danneggiato o a un post che hai spostato, lo reindirizzerà automaticamente alla nuova posizione.

Quindi, assicurati che la tua azione sia “Reindirizza all’URL”. Le altre opzioni sono complesse e richiedono conoscenze tecniche avanzate.

Nel tipo di reindirizzamento, devi selezionare un’opzione dal menu a discesa del codice HTTP (come 301 – Spostato in modo permanente).

Infine, inserisci l’URL di destinazione nella colonna Target con corrispondenza. Dopo aver inserito queste informazioni, premi il pulsante “Aggiungi reindirizzamento”.

Puoi andare al nuovo URL per testare e assicurarti che il reindirizzamento funzioni correttamente.

Il plugin ha anche la possibilità di tenere traccia dei log di errore 404. Basta fare clic sulla scheda “404” in alto e il plug-in ti mostrerà gli errori 404 recenti che si sono verificati sul tuo sito da quando hai installato il plug-in.

Plugin Reindirizzamento log 404

Nota: se hai appena abilitato il plug-in Reindirizzamento, la pagina del registro 404 sarà vuota. Inizia a tenere un registro degli errori 404 solo dopo l’attivazione del plugin.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a imparare come tenere traccia delle pagine 404 e reindirizzarle in WordPress. Potresti anche dare un’occhiata alla nostra guida su migliori plugin per moduli di contatto WordPress WordPress per consentire agli utenti di avvisarti quando vedono un errore 404 e il nostro confronto tra i migliori servizi di telefonia aziendale per i team a distanza.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al nostro Canale Youtube per i video tutorial di WordPress. Ci trovi anche su Twitter e Facebook.

il post Come tenere traccia facilmente delle pagine 404 e reindirizzarle in WordPress è apparso per primo su WPBeginner.



Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.