A che punto gli sviluppatori di temi FSE inizieranno a integrare e considerare WooCommerce per i loro temi? WooCommerce è quasi sempre sembrato in ritardo rispetto a tutte le altre considerazioni. È un po’ come se fosse un ripensamento semplicemente arrampicarsi sugli elementi di un solido negozio WooCommerce. Dov’è un’intestazione del carrello persistente? Dove sono i modelli per? /single-product? Ci sono tutti i tipi di elementi che Potere essere sviluppato a fianco di altri team che lavorano su FSE, ma sembra (di nuovo, costantemente) non succede.

Ho preso Blockbase e tutti gli altri temi FSE per fare un giro su LocalWP, e nessuno di loro ha elementi WooCommerce al loro interno. Ancora una volta, non ci si dovrebbe aspettare la perfezione in una fase di “sviluppo”. Tuttavia, sembra esserci un modello comportamentale degli elementi di WooCommerce che è un po’ un “ripensamento” che porta semplicemente in secondo piano circa un anno o sei mesi dopo.

Perché non mettere subito tutti sulla stessa pagina? In questo modo gli autori del tema possono occuparsi dell’inserimento degli elementi del carrello nel modello di intestazione. (Sì, WC può essere eseguito, ma senza un’intestazione del carrello, gli acquirenti non sanno dove fare clic dopo che un articolo è nel carrello). E, se gli autori del tema e gli sviluppatori principali di WP sempre, Sempre, SEMPRE iniziarono contemporaneamente insieme a una o due persone di WooCommerce a bordo, ridurrebbe assolutamente il tempo necessario ai proprietari dei negozi per ricevere i vantaggi di FSE (e rimuovere alcuni dei loro pagebuilder!) e per WordPress per portare più affari Shopify su WooCommerce. Ma ciò apparentemente non accade mai perché WooCommerce sembra sempre essere il “ripensamento”.

Brad

Innanzitutto, voglio assicurarmi che tutti i nostri lettori siano sulla stessa pagina. WooCommerce è un plugin di terze parti. Non è correlato ai progetti principali di WordPress e Gutenberg. Certo, WooCommerce è di proprietà di Automattic, uno dei maggiori contributori di risorse e persone. Quindi, c’è probabilmente qualche crossover tra gli sviluppatori.

È ancora fondamentale fare una distinzione tra i due. Quando guardo alcuni dei temi di blocco recenti rilasciati da altri sviluppatori, non ho ancora visto alcuna integrazione con il plug-in WooCommerce. Non posso dire se qualcuno dei loro autori abbia intenzione di farlo in futuro. Immagino che alcuni lo faranno e altri no. Come con qualsiasi plug-in di terze parti che emette qualcosa sul front-end (ad es. bbPress, Easy Digital Downloads, ecc.), È la scelta dell’autore del tema se vogliono assumersi l’onere di supportare le integrazioni con progetti che sono non proprio. A volte può essere un incubo di manutenzione, in particolare quando si tratta di temi gratuiti. Tuttavia, non ho dubbi che vedremo più autori di temi a blocchi che si rivolgono agli utenti di WooCommerce man mano che andiamo avanti.

Tutto questo è un modo prolisso per dire che la responsabilità di WooCommerce che lavora in un mondo a blocchi è su WooCommerce stesso. Quando si arriva a quella fase, gli autori del tema seguiranno.

Una delle cose che amo del sistema a blocchi è che crea uno standard per tutti i temi e i plugin da cui costruire. L’obiettivo a lungo termine di plugin come WooCommerce dovrebbe essere quello di funzionare senza supporto per i temi. Se un utente desidera un articolo del carrello nel menu di navigazione, dovrebbe essere semplice come aggiungere un blocco tramite l’editor del sito. Lo stesso dovrebbe essere detto per qualsiasi altro elemento della creazione di un negozio online.

Ho contattato Darren Ethier, un team di ingegneri a capo di Automattic che lavora sull’intersezione tra WooCommerce e Gutenberg. Ha convenuto che il sistema a blocchi potrebbe rendere più semplice il funzionamento delle cose senza un supporto tematico specializzato.

“Questo è sicuramente l’obiettivo a cui stiamo mirando”, ha detto. “Se lo atterreremo o meno nella prima iterazione è ancora sconosciuto.”

Tuttavia, la risposta è più complessa di così. WooCommerce è un plugin pesante con una storia radicata nell’era pre-blocco di WordPress e ha un ecosistema di componenti aggiuntivi di terze parti che deve stare attento a non rompere. La squadra sta facendo progressi e ha alcune cose da fare. Ci vorrà del tempo, ma non vedrai i temi dei blocchi che mostrano i negozi WooCommerce senza che il plugin abbia prima gettato le basi.

I modelli di blocco hanno un’alta priorità. Modelli di primo livello come single-product.html, archive-product.html, taxonomy-product-cat.html, e taxonomy-product-tag.html sarà presto disponibile per qualsiasi tema abilitato per i blocchi.

“Questo iniziale l’iterazione sarà una porta diretta dei modelli PHP esistenti e avrà un segnaposto per il rendering del modello nell’editor”, ha affermato Ethier. “Stiamo essenzialmente avvolgendo il modello PHP renderizzato in un blocco dinamico. Questo è sicuramente non l’obiettivo finale. È solo il primo passo verso la nostra visione di ‘Store Editing’, in cui i commercianti sono in grado di personalizzare completamente il layout dei loro negozi utilizzando tutte le opportunità disponibili attraverso gli editor di blocchi e siti”.

Questa è più una misura di ripiego che un supporto in piena regola. Tuttavia, è un passo in quella direzione.

“Abbiamo deciso di adottare questo approccio perché aiuta più rapidamente a colmare il divario tra gli attuali modelli basati su PHP e i temi dei blocchi in modo che le persone possano iniziare a vedere il potenziale (e continuare ad aggiungere blocchi attorno al contenuto renderizzato in PHP)”, ha affermato . “Sappiamo anche che sarà un lavoro complesso implementare in modo più completo la visione dell’editing dello Store con temi a blocchi, supportando (e ispirando) il ricco ecosistema esistente di estensioni WooCommerce. Quindi, questo ci consente di migliorare progressivamente le cose nel tempo”.

Questa potrebbe non essere la notizia che tutti gli autori di temi di blocco vogliono sentire, ma le modifiche saranno sufficienti per iniziare a esplorare un’integrazione più stretta con il plug-in.

Il team sta attualmente puntando ad aggiungere il supporto per i modelli di blocco nella prossima versione del Blocchi WooCommerce collegare. Se tutto va bene, la funzionalità verrà trasferita su WooCommerce 6.0, che dovrebbe essere in tempo per il rilascio di WordPress 5.9.

“È importante stabilire delle aspettative, tuttavia (motivo per cui lo sto menzionando di nuovo)”, ha affermato Ethier. “Questa iterazione iniziale lo farà sicuramente non essere l’iterazione finale dei modelli Woo Block.”

Ha anche evidenziato diverse cose dalla tabella di marcia:

  • “Product Element Blocks” – che sono gli equivalenti Woo ai blocchi modello WP. Quindi, cose come “Titolo del prodotto”, “Descrizione del prodotto”, “Pulsante Aggiungi al carrello”, ecc.
  • Integrazione con WP Query Loop Block (per i prodotti).
  • “Blocco mini-carrello” – che dovrebbe consentire l’inserimento nelle parti del modello di intestazione/piè di pagina.
  • Modelli di commercio.

“Tutte queste cose (e altro ancora) ci aiuteranno a iterare sui vari componenti di un negozio che sono rappresentati visivamente tramite modelli, parti di modelli (ad esempio, pensa a cose come le recensioni sulla singola pagina del prodotto, ecc.)”, ha affermato Ethier .

Per uno sguardo più approfondito a ciò che ci aspetta, leggi Dai un’occhiata alla roadmap dei blocchi di WooCommerce. Attenzione: è denso e rivolto agli sviluppatori, ma deve esserlo. Le soluzioni per un progetto delle dimensioni e della portata di WooCommerce non sono semplici.

“Una strategia chiave che stiamo provando qui è quella di fornire modelli e funzionalità di modifica del negozio WooCommerce predefiniti immediatamente con Woo Core che in teoria dovrebbero “funzionare” con qualsiasi tema di blocco”, ha affermato Ethier. “C’è così tanto che theme.json e gli stili globali si sbloccano per renderlo possibile. I temi saranno ancora in grado di sovrascrivere i modelli WooCommerce predefiniti e le parti del modello se lo desiderano, ma non lo faranno bisogno a.”

Anche se può sembrare che i negozi basati su blocchi siano lontani anni luce, dobbiamo ricordare che i temi dei blocchi sono agli inizi. Ce ne sono solo un paio di dozzine nella directory e la maggior parte di questi sono sperimentali.

Sono entusiasta come chiunque altro di ciò che potrebbe significare per progetti come WooCommerce. Allo stesso tempo, so anche che la strada potrebbe essere più lunga di quella che abbiamo in mente, ma il team di WooCommerce la sta già percorrendo.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.