Il tribunale tedesco multa il proprietario del sito Web per aver violato il GDPR utilizzando i caratteri ospitati da Google - WP Tavern
Categories
News Sviluppo Realizzazione Siti Web Wordpress Serra Simone

Google abbandona FLoC a favore dell’API New Topics, un sostituto per i cookie di terze parti – WP Tavern

Tempo di lettura: 2 minuti

Google sta seppellendo FLoC (Federated Learning of Cohorts) nel suo mare di esperimenti abbandonati. Il meccanismo proposto da FLoC per sostituire i cookie di terze parti raggruppava le persone e le etichettava utilizzando l’apprendimento automatico. Il controverso processo sull’origine ha causato un gruppo di contributori di WordPress proporre di bloccarlo nel core prima ancora che fosse fuori dalla fase sperimentale.

Nel luglio 2021, Google ha concluso la prova sull’origine di FLoC e ha rimosso il progetto dalla fase di test durante l’analisi del feedback. L’azienda non ha spiegato il motivo per cui ha abbandonato FLoC, ma in precedenza ha dichiarato l’intenzione di non condividere alcun feedback dal progetto.

FLoC ha funzionato in mercati limitati e ha ricevuto un feedback estremamente negativo dal settore tecnologico che ha lasciato Google con una battaglia in salita per ottenere abbastanza buy-in per procedere. Google non è stato in grado di integrare alcun browser principale e Amazon, GitHub, Firefox, Vivaldi, Drupal, Joomla, DuckDuckGo e altre importanti società tecnologiche e progetti open source hanno deciso di bloccare FLoC per impostazione predefinita.

In alternativa, Google ora propone argomentiun approccio pubblicitario basato sugli interessi, che si dice sia stato informato dal feedback della comunità sulle prove FLoC:

Con Argomenti, il tuo browser determina una manciata di argomenti, come “Fitness” o “Viaggi e trasporti”, che rappresentano i tuoi interessi principali per quella settimana in base alla cronologia di navigazione. Gli argomenti vengono mantenuti solo per tre settimane e i vecchi argomenti vengono eliminati. Gli argomenti vengono selezionati interamente sul tuo dispositivo senza coinvolgere server esterni, inclusi i server di Google. Quando visiti un sito partecipante, Topics seleziona solo tre argomenti, un argomento per ciascuna delle ultime tre settimane, da condividere con il sito e i suoi partner pubblicitari.

Google sostiene che questo nuovo sistema darebbe agli utenti un maggiore controllo e prevede di creare controlli in Chrome per visualizzare gli argomenti e rimuovere quelli irrilevanti, oltre a disabilitare completamente la funzione.

L’API Topics verrebbe implementata a livello di browser e curata per escludere argomenti come sesso o razza, dati che potrebbero essere ritenuti sensibili.

L’importante quota di mercato di Chrome posizionerebbe gli argomenti per essere ampiamente utilizzati se Google decidesse di andare avanti con esso, ma un ostacolo con l’adozione a livello di settore sarebbe convincere altri browser a investire nell’implementazione di nuove tecnologie pubblicitarie.

Una lista di tassonomie proposte è disponibile sul Argomenti API repository GitHub. Il file README include un riepilogo tecnico di come funzionerà l’API. Spiega anche Evoluzione degli argomenti da FLoC ed elenca le varie carenze di FLoC, ad esempio l’aggiunta di troppi dati di fingerprinting all’ecosistema, la mancanza di trasparenza nell’API per gli utenti, l’inclusione di dati sensibili, tra gli altri.

Google prevede di lanciare una prova per sviluppatori di Argomenti in Chrome che includerà i controlli utente e consentirà agli sviluppatori e al settore pubblicitario di testarlo. I dettagli tecnici dell’API dovrebbero cambiare man mano che Google riceve più feedback.


Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.

Scroll Giù