I blocchi riutilizzabili di WordPress potrebbero presto essere essere ribattezzato, poiché le capacità distinte della funzione sono meno riconoscibili dal nome in seguito all’introduzione dei modelli.

Quando il progetto Gutenberg è decollato per la prima volta, nessuno aveva idea di quanto sarebbero diventati importanti i modelli nell’esperienza di creazione della pagina, o che avrebbero ottenuto la propria directory su WordPress.org. Durante una demo al WordCamp Europe 2021, l’architetto capo di Gutenberg Matías Ventura ha commentato come i modelli trasformativi siano stati per rendere il design della pagina accessibile agli utenti.

“Forse all’inizio era una parte più piccola della tabella di marcia, ma sta diventando un elemento centrale, soprattutto perché consente… ai designer di livello mondiale di fornire un punto di partenza per gli utenti e gli utenti imparano il design mentre interagiscono con i temi”, ha affermato Ventura.

Un anno dopo, i modelli si sono fatti strada in prima linea nella progettazione e nello sviluppo di temi con un’eccitazione che rivaleggia con l’introduzione dei widget nei primi giorni di WordPress. WordPress 5.9 sarà caratterizzato inserimento del modello direttamente dalla Pattern Directory in modo che gli utenti possano cambiare i propri pattern tutte le volte che vogliono, senza dover cambiare tema. In arrivo in Gutenberg 11.8, l’inseritore di modelli lo farà evidenziare i modelli in primo piano dalla directory nella vista iniziale, invece di visualizzare la prima categoria alfabetica. I contributori stanno anche valutando un percorso per consentire ai temi di modelli specifici della superficie dalla directory invece di impacchettarli.

Alla luce di tutta questa attività sui modelli, i blocchi riutilizzabili necessitano di una ridenominazione più descrittiva.

“Alla fine, anche i modelli sono riutilizzabile pezzi di design”, ha detto Ventura.

“Data la natura di questi [Reusable] block è avere il contenuto sincronizzato ovunque venga visualizzato: modificalo una volta; aggiorna ovunque: propongo di cambiare il nome nell’interfaccia utente in “Blocchi sincronizzati” e di modificare un po’ la descrizione del blocco per chiarirlo.”

L’interfaccia utente per i blocchi riutilizzabili è confusa perché si basa sul presupposto che gli utenti conoscano le complessità del loro funzionamento. Lo sviluppatore di WordPress Lee Hodson riassunto il problema e come l’interfaccia utente corrente porta alla modifica accidentale dei blocchi riutilizzabili:

La finestra di dialogo di salvataggio dei blocchi riutilizzabili è carina, ma quanti creatori capiscono effettivamente cosa significa questa finestra di dialogo di salvataggio? In superficie sembra che tutti dovrebbero capire l’opzione salva/non salvare, ma il suo significato è ovvio solo quando capisci che i blocchi riutilizzabili sono (attualmente) pensati per (a) non essere modificati o (b) le modifiche a loro sono destinate per influenzare tutte le istanze dello stesso blocco e (c) che i blocchi riutilizzabili possono essere convertiti in blocchi modificabili (e non tutti capiscono immediatamente la differenza) quando le modifiche ai blocchi riutilizzabili devono essere indipendenti dal modello del blocco.

Sento che una bella idea (blocchi riutilizzabili) è stata implementata molto male e molti creatori sono beatamente inconsapevoli delle sue insidie ​​finché non si rendono conto che i loro “blocchi modello” sono stati sovrascritti.

Diversi partecipanti che hanno partecipato alla discussione sulla ridenominazione hanno concordato sul fatto che “Blocchi sincronizzati” sarebbe un nome migliore per la funzione. Questo suggerimento è finora il favorito. La conversazione è ancora aperta e la considerazione di questa proposta è stata aggiunta al Miglioramenti ai blocchi riutilizzabili problema di tracciamento.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.