Il progetto Block Protocol mira a creare un sistema a blocchi universali, potrebbe collaborare con Gutenberg - WP Tavern
Categories
News Sviluppo Realizzazione Siti Web Wordpress Serra Simone

Il progetto Block Protocol mira a creare un sistema a blocchi universali, potrebbe collaborare con Gutenberg – WP Tavern

Tempo di lettura: 4 minuti

Protocollo di blocco è un nuovo progetto che mira a costruire un sistema a blocchi per incorporare blocchi interattivi in ​​qualsiasi applicazione web. L’obiettivo è creare un Web più interoperabile e aperto in cui questi blocchi possano essere condivisi attraverso un protocollo standardizzato. La bozza iniziale delle specifiche del protocollo Block è in fase di incubazione dal team di HASHuna piattaforma di dati, modellazione e simulazione open source.

Quando il fondatore di HASH Joel Spolsky ha condiviso l’idea con il mondo ieri, attraverso un suo post Blog basato su WordPressha catturato l’attenzione di Matt Mullenweg.

“Questo è al 100% ciò che Gutenberg sta cercando di fare, ed è progettato per non essere specifico per WordPress, con l’idea che i blocchi di Gutenberg diventino cross-CMS”, ha affermato Mullenweg. “Abbiamo versioni open source per Android e iOS”. Ha raccomandato al team di Block Protocol di collegarsi con l’architetto capo Gutenberg Matias Ventura per discutere di unire gli sforzi.

Mullenweg ha toccato questa visione durante il discorso sullo stato della parola del 2021, dicendo che questo era uno dei motivi per cui il progetto perseguito la doppia licenza per Gutenberg.

“Volevo solo notare che le app WP non hanno bisogno della doppia licenza: sono già GPL (Androide, iOS),”, lo sviluppatore mobile Matt Chowning disse durante la discussione sulla doppia licenza con i contributori all’inizio del 2021. “La motivazione del cambiamento è ampliare l’utilizzo di Gutenberg alla stragrande maggioranza delle app che non sono GPL come le app WP e far crescere la comunità utilizzando e contribuendo a Gutenberg”.

Mullenweg ha riformulato questa visione durante lo Stato della parola, dicendo che vorrebbe che “i blocchi di Gutenberg diventassero uno standard più grande del semplice WordPress”. Vede Gutenberg come “qualcosa di persino più grande di WordPress:”

Esiste una versione Drupal di Gutenberg, ecc. Ma penso che parte di ciò sia che i suoi blocchi possono diventare standard in ogni sistema proprietario. Prendo in giro Wix. Penso che sia giusto. Se lo sono guadagnato, ma se adottassero Gutenberg, li brinderei e li porterei fuori a bere una birra. Penso che sarebbe fantastico.

Gutenberg è qualcosa di ancora più grande di WordPress, che sostanzialmente dice come modifichiamo e creiamo il web? E possiamo far collaborare il maggior numero possibile di persone, sia proprietarie che open source? Quindi questa è una scommessa che abbiamo fatto. Forse è corretto. Forse non è corretto. Spero che tu, come collaboratore, sia ancora entusiasta di far parte di Gutenberg.

Progetti come Drupal Gutenberg e il Nube di Gutenberg, che condivide i blocchi indipendenti dal CMS sia su Drupal che su WordPress, sono stati tra i primi a dimostrare che questa idea potrebbe funzionare nel mondo reale. Il modulo Drupal Gutenberg ha ricevuto un accoglienza entusiasta a Drupal Europe nel 2018 dopo che i rappresentanti di Frontkom, l’agenzia norvegese di servizi digitali che lo ha trasferito a Drupal, hanno svelato il loro lavoro alla conferenza.

“Per noi è fondamentale che Gutenberg rimanga disaccoppiato da entrambi i CMS come libreria e la nostra speranza è che gli sviluppatori principali di Gutenberg catturino la visione di Gutenberg come ‘editor per il Web aperto’, non solo per WordPress”, CIO di Frontkom Per André Rønsen ha detto dopo l’evento. Poco dopo il lancio di Gutenberg Cloud, gli ingegneri Gutenberg riaffermato il proprio impegno per mantenere la piattaforma dell’architettura indipendente.

Nel 2019, Maurizio Wijniauno sviluppatore presso Van Onsun’agenzia con sede ad Amsterdam, creata Laraberg come un modo semplice per gli sviluppatori che creano applicazioni con Laravel per integrare l’editor Gutenberg. In molti casi, l’utilizzo di Gutenberg al di fuori dell’ecosistema WordPress viene implementato per offrire ai clienti un modo più amichevole di gestire i propri siti.

Il Block Protocol ha i suoi obiettivi tecnici che vanno oltre l’adozione multipiattaforma degli stessi blocchi. Include anche questa idea di bloccare i dati che si spostano tra le app:


Il protocollo fornisce metodi standardizzati e garantiti di comunicazione bidirezionale tra blocchi (componenti interagibili con l’utente) e applicazioni di incorporamento come app basate sul Web, desktop o mobili, in modo sicuro e autorizzato. Semplificando l’estensione della funzionalità per diversi tipi di dati, consente agli utenti di modificare i dati in un blocco e di visualizzare l’aggiornamento in altri blocchi (o applicazioni), ciascuno dei quali fornisce funzionalità utili.

In pratica, ciò significa che un utente potrebbe potenzialmente creare un blocco in un’app per l’elenco delle cose da fare e quindi spostare quei dati in un blocco della scheda kanban su un’altra applicazione, senza fare affidamento su un’integrazione API. Ciò libera i dati dall’applicazione di origine e li rende molto più portatili e interoperabili.

Il Block Protocol mira anche a fornire agli sviluppatori l’accesso a un registro globale di blocchi riutilizzabili in modo che possano incorporarli nelle proprie applicazioni. Il protocollo consente agli sviluppatori di passare dati strutturati tra le applicazioni.

La guida di avvio rapido di Block Protocol consiglia di creare blocchi utilizzando React, ma afferma che il team rilascerà esempi su come scrivere blocchi utilizzando diverse librerie frontend nel prossimo futuro. Il Blocco Hub ha esempi di blocchi che hanno già costruito.

Quando WordPress stava sviluppando il suo Blocca directoryil team Gutenberg Cloud li ha incoraggiati a farne una libreria indipendente dal CMS di blocchi, ma la Block Directory è ancora strettamente legata all’infrastruttura di WordPress.

“Un approccio più ideale, tuttavia, sarebbe quello di unire i due sforzi”, ha affermato Rønsen nel 2019. “La chiave per noi è rendere l’infrastruttura aperta ad altre comunità, non solo agli sviluppatori di WP. Siamo felici di mettere il nostro progetto nelle mani del core team del WP, dato che condividono la stessa visione aperta”. Alla fine non è successo, motivo per cui Gutenberg Cloud è ancora l’unico posto a distribuire blocchi Gutenberg multipiattaforma.

“Poiché è tutto aperto al 100%, speriamo che il protocollo Block diventi uno standard Web e comunemente utilizzato su Internet”, ha affermato Spolsky nel suo annuncio.

Block Protocol potrebbe avere più successo con la distribuzione di blocchi che possono essere utilizzati ovunque sul Web, poiché i blocchi interoperabili sono la spinta principale di questo progetto. Il progetto è aperto a lavorare con editor di blocchi esistenti i cui creatori vogliono contribuire al nuovo standard. Gutenberg, combinando gli sforzi con Block Protocol, ha il potenziale per offrire una migliore esperienza di authoring alle app Web di tutto il mondo, offrendo anche agli utenti la possibilità di spostare facilmente i propri dati tra le app.


Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.

Scroll Giù