Chiave giratubi, una pubblicazione online che analizza diversi argomenti attraverso storie longform, reazioni, interpretazioni e divagazioni, ha rilasciato un plugin gratuito per WordPress chiamato Ricerca della terra natia. La pubblicazione ha commissionato il plugin a Alex Gustavo, abbonato e collaboratore della rivista.

Ricerca della terra natiaoffre un blocco di ricerca o un pattern di blocco “Native Lands Aside” che gli utenti possono aggiungere al contenuto del post. I visitatori del sito possono cercare un indirizzo per scoprire se si trova su terre indigene.

Implementazione con chiave a tubo del blocco Native Land Search

Nella pubblicazione Pipe Wrench, gli autori del contenuto hanno aggiunto un blocco Cover con un’immagine di sfondo e hanno inserito il blocco di ricerca all’interno del blocco Group.

Ecco un esempio dell’output per una località della Florida:

I risultati della ricerca sonoalimentato da native-land.ca API e API di geocodifica di Google. Native Land Digital, un’organizzazione senza scopo di lucro, ha creato le mappe con la seguente missione:

Ci sforziamo di mappare le terre indigene in un modo che cambia, sfida e migliora il modo in cui le persone vedono la storia dei loro paesi e popoli. Speriamo di rafforzare i legami spirituali che le persone hanno con la terra, la sua gente e il suo significato.

Ci sforziamo di mappare i territori, i trattati e le lingue indigene in tutto il mondo in un modo che vada oltre i modi di pensare coloniali per rappresentare meglio come gli indigeni vogliono vedersi.

Native Land Digital rileva che le mappenon rappresentano né intendono rappresentare i confini ufficiali o legali di alcuna nazione indigena.

“Tutti i tipi di siti – riviste, giornali, blog personali, centri accademici, organizzazioni non profit – possono utilizzare il blocco per aggiungere profondità a tutti i tipi di contenuti che coinvolgono gruppi indigeni”, ha affermato Michelle Weber, editore di Pipe Wrench. “LandBack, scuole residenziali, cambiamenti climatici, storia generale: l’offerta di questo strumento di ricerca aiuta le persone non indigene a scoprire e comprendere storie vitali con ramificazioni in corso”.

Il plugin Native Land Search è disponibile per scarica da WordPress.org e i contributi possono essere inviati su GitHub. Potrebbe non avere mai un milione di installazioni attive, ma il plug-in potrebbe essere uno strumento importante per i siti coinvolti nell’istruzione o negli sforzi di advocacy.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.