Creare un sito Web con un modello professionale di fascia alta e un logo appariscente è fantastico, ma non è sufficiente per convincere le persone a visitare il tuo sito web. Per farlo, hai bisogno di più di un semplice abbagliamento e di una bella tavolozza di colori. Per prima cosa, devi dare loro un modo per effettivamente trova il tuo sito web. Il processo per rendere il tuo sito web “trovabile” comporta un processo noto come Ottimizzazione del motore di ricerca o SEO in breve. Un altro termine comune è Internet Marketing.

Indipendentemente dal soprannome che gli dai, la SEO è il processo di applicazione di metodi e strumenti che rendono più facile per i motori di ricerca come Google e Bing trovare il tuo sito web, “classificarlo” e determinarne la pertinenza per un determinato argomento. Più il tuo sito web è pertinente a un argomento, più Google lo considera importante per quell’argomento “parola chiave”.

Che cos’è la pertinenza e in che modo è correlata alla SEO?

Quando cerchi qualcosa su Google, lo fai digitando una frase o una parola correlata all’argomento. Google prende quindi il tuo input e restituisce un elenco di siti Web che considera i più “rilevanti” per ciò che stai cercando. Questo elenco di siti Web restituiti è noto come pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) ed è classificato dal più pertinente al meno pertinente.

Ad esempio, se digiti “dog walking” nella barra di ricerca, Google visualizzerà un elenco di milioni di siti web che ritiene abbiano a che fare con l’argomento “dog walking”. I siti in cima alle SERP saranno quelli più strettamente legati a quell’argomento. Quelli che sono diverse pagine nelle SERP avranno molte meno probabilità di avere qualcosa a che fare con come portare a spasso un cane o con gli accessori per la camminata del cane. Dove un sito web è posizionato nelle SERP – è posizione è noto come suo classifica.

Pertanto, in qualità di proprietario di un sito Web, vuoi assicurarti che il tuo sito Web sia il “più pertinente” possibile per l’argomento a cui si riferisce la tua attività.

Per determinare la pertinenza di un sito Web rispetto a uno o più argomenti e per decidere quanto sia rilevante rispetto ai siti Web concorrenti, Google utilizza il cosiddetto algoritmo di ricerca o, come viene più comunemente indicato, l’algoritmo di ricerca di Google. Nota che altri motori di ricerca, come Bing, hanno i propri algoritmi e pratiche. Tuttavia, poiché Google è il leader nella ricerca, in questo articolo ci concentreremo principalmente sul loro algoritmo.

Il modo esatto in cui funziona l’algoritmo di ricerca di Google è un po’ un mistero, ma possiamo trarre ipotesi e indizi plausibili dalle cose che il gigante della ricerca ci ha detto e dai test dei leader del settore. Cosa noi fare so è che Google esamina alcune cose chiave per determinare la pertinenza.

Per cominciare, la cosa più importante per un buon posizionamento di un sito Web è che il sito Web abbia contenuti pertinenti al suo argomento. Più è, meglio è. Per contenuto intendiamo pagine Web statiche (pagine il cui contenuto cambia raramente, come una pagina Chi siamo), post (inclusi blog, articoli, notizie e così via), contenuti video, audio e immagini.

Cosa sono le parole chiave?

Ogni giorno Google invia “web crawler” per setacciare Internet, leggendo ogni sito web che riesce a trovare e determinando di cosa trattano quei siti web. Ad esempio, utilizzando il nostro esempio “dog walking”, se i bot di Google eseguono la scansione di un sito Web e trovano 100 articoli su di esso e 90 di tali articoli contengono testo che fa riferimento a dog walking, suggerimenti per il dog walking, accessori per il dog walking e altri contenuti orientati a come per portare a spasso un cane e dieci articoli che parlano dei migliori ristoranti fast-food, molto probabilmente Google deciderà che il sito web è un sito web “dog walking” come categoria principale.

Questa è una visione molto semplicistica di questo argomento, ma serve al suo scopo per i nostri intenti.

Il contenuto del nostro sito web “dog walking” avrà parole relative a tutto ciò che ha a che fare con il dog walking. Quelle parole – conosciute come parole chiave – potrebbe includere termini come “dog walking”, “guinzagli per cani”, “collari per cani”, “borse per cani”, “dolci per cani” e così via. Google utilizza queste parole chiave e frasi chiave per determinare di cosa tratta il sito web.

Un sito web potrebbe anche avere variazioni su quelle parole chiave primarie. Ad esempio, un sito web che parlava di “camminare con il cane” potrebbe anche utilizzare parole e frasi simili o con lo stesso significato, come “camminata da cucciolo”, “camminata da bulldog”, “guinzaglio per cuccioli”, “collari per cuccioli” e “imbracature per cuccioli”. Noi li chiamiamo varianti delle parole chiave. Accattivante, vero?

Il contenuto è re

A questo punto, potresti pensare che tutto ciò che devi fare è scrivere un mucchio di articoli e creare un sacco di pagine piene di parole chiave e frasi chiave. Ciò, tuttavia, non potrebbe essere più lontano dalla verità. Per cominciare, se il tuo sito web contiene solo un mucchio di parole ripetute, i visitatori probabilmente non visiteranno mai più il tuo sito. Altrettanto importante, Google lo fa da molto tempo e ha messo a punto il suo algoritmo per non farsi ingannare da tecniche così semplici. L’aggiunta di un’enorme quantità di parole chiave alle tue pagine web è nota come ripieno di parole chiavee Google non è un fan.

Per mantenere i lettori interessati e tornare per saperne di più e per rendere felice Google, devi scrivere tutti i tuoi contenuti in modo naturale. Includi le tue parole chiave nei tuoi contenuti (e in altre aree – ci arriveremo in un articolo di follow-up) certamente, ma lo fa in modo normale. Se ti senti forzato quando lo leggi, riconsiderare l’aggiunta è una buona regola empirica.

Se ti ritrovi a dover utilizzare la stessa parola chiave più e più volte, va bene, assicurati solo che funzioni in modo naturale nel testo. Puoi anche alternare con varianti di parole chiave per rompere un po’ le cose. Questo ti aiuta anche a classificarti meglio per le parole chiave alternative che i tuoi concorrenti potrebbero non aver considerato di utilizzare. In un successivo articolo di questa serie, discuteremo di qualcosa noto come competizione per parole chiave e difficoltà delle parole chiave. A livello di base, questi due termini si riferiscono a quanto sia difficile classificare per una determinata parola chiave o termine. Se c’è molta concorrenza per una parola chiave, significa che ha molte difficoltà di parola chiave.

Ad esempio, la frase “dog walking” viene utilizzata su molti siti Web ed è una parola chiave comune e primaria. Pertanto avrai molta concorrenza quando cercherai di classificarti per questo. Variazioni di parole chiave come “camminata muta”, “camminata chihuahua”, “camminata da cane da caccia” o “camminata canina” potrebbero essere utilizzate meno frequentemente e quindi potrebbero avere una concorrenza inferiore ed essere più facile da classificare.

Ciò non significa che una persona con un sito web di dog walking non dovrebbe concentrarsi principalmente su “dog walking” come parola chiave, significa semplicemente che anche dovrebbe essere consapevole di altre varianti e utilizzare anche quelle.

Cosa sono le parole chiave locali?

Qualsiasi tipo di parola chiave da considerare è la parola chiave locale. Questi sono utili per le attività commerciali che fanno affidamento sul traffico locale o per i visitatori che vivono nelle vicinanze o visitano l’area in cui si trova l’attività. Ad esempio, se possiedi un’attività di dog-walking locale che serve solo aree vicino ad Atlanta, in Georgia, ti consigliamo di assicurati di includere la città, la contea e le aree circostanti nella tua parola chiave. Quindi, invece di utilizzare solo “dog walking” come parola chiave, dovresti anche prendere in considerazione l’utilizzo di frasi chiave aggiuntive come “dog walker Atlanta”, “dog walker vicino ad Atlanta”, “dog walker Roswell”, “metro Atlanta dog walker”, “Servizio di passeggiate con i cani della contea di Forsythe” e così via.

Ancora una volta, usa parole chiave locali dove ha senso e usale in modo naturale. Non cercare di lavorare in ogni città, città vicina, contea e codice postale su una pagina a meno che non sia logico farlo. Ad esempio, potresti avere una pagina web che elenca tutte le città in cui svolgi la tua attività. In tal caso, l’elenco di ogni città e codice postale sarebbe appropriato.

Altre nozioni di base sulla SEO per il 2021

In questo tutorial sull’ottimizzazione dei motori di ricerca, abbiamo appreso le basi del SEO e del marketing su Internet, coprendo argomenti tra cui:

  • Algoritmo di ricerca di Google: Un metodo in base al quale Google determina quanto sia rilevante un sito web in termini di un determinato argomento. Un fattore dell’algoritmo di Google è il contenuto e le parole chiave all’interno di tale contenuto.
  • SERP: SERP sta per pagina dei risultati dei motori di ricerca. Quando effettui una ricerca su Google, i risultati vengono elencati su una SERP.
  • Classifica: Dove una pagina specifica del tuo sito web può essere trovata – o classificata – nelle SERP.
  • Pertinenza: Si riferisce a quanto è “rilevante” il tuo sito web per un determinato argomento o insieme di argomenti.
  • Parola chiave: Le parole chiave sono frasi e parole pertinenti per l’argomento principale della tua pagina o del tuo sito web. Ci sono parole chiave, frasi chiave, varianti di parole chiave e parole chiave locali.

Nel nostro prossimo articolo, esamineremo altri tipi di contenuti e come ottimizzarli correttamente per Google e altri motori di ricerca, il tutto con l’obiettivo di posizionare le tue pagine web il più in alto possibile nelle SERP.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.