Sai qual è una delle grandi cose dell’open source? Altri possono utilizzare il codice di un progetto, condividerlo all’ingrosso, modificarlo e/o distribuire le proprie modifiche. Queste sono le pilastri su cui poggia WordPress. È una cosa bellissima da vedere in pratica.

Molto spesso, significa che possiamo costruire sulle spalle di quei giganti che sono venuti prima di noi, migliorando continuamente il software per noi stessi e per gli altri. È così che WordPress ha avuto inizio quasi due decenni fa come fork del sistema di blog b2/cafelog.

A volte, significa solo avere la libertà di dare al tuo amico una copia di qualcosa che ami e lasciare che lo usi. Altre volte, è il gateway per uno sviluppatore in erba che impara per la prima volta come funzionano le funzioni o le classi, facendo a pezzi un progetto per vedere cosa lo fa funzionare.

Di tanto in tanto, la promessa del software libero significa che altri possono decidere di andare per la propria strada quando non gli piace la direzione in cui si sta dirigendo un progetto. Possono biforcare il codice, ritagliandosi una nuova destinazione per il suo futuro.

Questo è quello che è successo quando ProfilePress ha revisionato il suo plug-in Avatar utente WP, trasformandolo in una soluzione di appartenenza a tutti gli effetti. Mentre il suo utente medio potrebbe non essere in grado o non vuole immergersi nelle profondità delle acque di sviluppo, quando si dispone di una base di oltre 400.000 utenti, alcuni di loro sono destinati ad essere programmatori. O almeno abbastanza esperto di tecnologia da creare una copia della versione precedente e distribuirla direttamente.

Non ci volle molto, solo qualche giorno, prima che gli ex utenti iniziassero a condividere i loro fork. La bellezza dell’open source è che hanno il potere di farlo senza che qualche azienda li reprima. Volevo riconoscere ciò che hanno realizzato gettandosi in una situazione disordinata e creando rapide alternative per molti utenti che si sentivano abbandonati. Questo è il mio simbolico battito di mani. 👏

Non capita spesso di menzionare la licenza di WordPress senza prepararsi alla battaglia. Tuttavia, la GPL ha svolto un ruolo cruciale nel rendere possibili questi fork. La licenza proteggeva la base di utenti del plugin, offrendo loro molteplici percorsi alternativi da intraprendere.

Senza ulteriormente predicare i meriti dell’open source, i seguenti sono gli attuali fork di WP User Avatar:

  • Un utente avatar di Daniel Tara (One Designs). Ha già nove traduzioni ed è disponibile su WordPress.org.
  • Avatar utente personalizzato di David Artiss. Attualmente è disponibile su GitHub, ma sembra che abbia intenzione di aggiungerlo alla directory dei plugin.
  • Avatar utente originale di Philipp Stracker. Anche questo è disponibile solo su GitHub.

Ogni fork sembra una porta diretta dell’ultima versione di WP User Avatar prima della versione 3.0. Sono necessarie alcune modifiche al codice e al marchio. I primi due rimuovono anche tutta la pubblicità dal plugin.

Per chiunque cerchi di tornare alla stessa identica funzionalità del vecchio plug-in, ognuno di questi farà il lavoro.

Soluzioni alternative

Le porte dirette sono belle da avere, soprattutto per coloro che hanno bisogno di mantenere intatti i propri dati per molti account utente, ma questa potrebbe anche essere un’opportunità per gli altri di cercare alternative. E le soluzioni personalizzate per gli avatar degli utenti sono una dozzina. C’è qualcosa per tutti là fuori.

Quello che segue non è affatto vicino a un elenco completo. Ho testato o usato la maggior parte di questi negli ultimi due anni. Incoraggio chiunque a condividere plugin che non ho incluso nei commenti.

Avatar locali semplici

In cima a qualsiasi elenco di soluzioni avatar personalizzate è Avatar locali semplici da 10 in su. La società WordPress è una delle più rispettate nella comunità e i suoi dipendenti contribuiscono pesantemente allo sviluppo principale. 10up tende a mettere insieme plugin solidi.

Simple Local Avatars fa proprio quello che dice sulla scatola. Consente agli utenti di caricare avatar personalizzati sul proprio sito. Genera anche le dimensioni delle immagini richieste su richiesta. Funziona insieme a Gravatar, una funzione che può essere abilitata o disabilitata. Dispone inoltre di opzioni integrate per consentire agli amministratori del sito di concedere l’autorizzazione a ruoli non autorizzati per caricare le proprie foto.

Avatar utente WP

Avatar utente WP di John James Jacoby, uno sviluppatore principale per bbPress e BuddyPress, è un altro semplice plugin. Come molte soluzioni simili, aggiunge un modulo per consentire agli utenti di gestire il proprio avatar dalle pagine del proprio profilo.

È unico in quanto funziona insieme a una suite di altri plug-in relativi all’utente offerti da Jacoby. Anche se può funzionare da solo, vale almeno la pena dare un’occhiata al suo Profili utente WP plugin, che revisiona le pagine del profilo di WordPress. Esso e gli altri suoi plug-in relativi all’utente funzionano insieme. Gli utenti del plug-in possono scegliere quale desiderano installare.

Immagine del profilo utente

Sembra che qui stia emergendo uno schema: gli utenti tendono ad amare queste semplici soluzioni per avatar. Immagine del profilo utente di Cozmoslabs è un altro che si adatta a questo stampo. Include anche un blocco per consentire agli autori di post o pagine di visualizzare il profilo di qualsiasi utente (avatar, nome, descrizione e link ai post) sul front-end del sito.

Gli utenti senza autorizzazione per caricare un’immagine non possono aggiungere un avatar solo con questo plugin. Per impostazione predefinita, questi sono i ruoli Amministratore, Editor e Autore. Gli amministratori del sito dovranno installare un plug-in per le autorizzazioni o Cozmoslabs’ Generatore di profili per la capacità extra.

Avatar pixel (cintura degli strumenti)

Pixel Avatars è un sostituto di Gravatar per la privacy. Prende un percorso diverso rispetto a opzioni simili non fornendo un metodo per caricare un avatar personalizzato. Invece, genera automaticamente avatar unici per ogni utente con un po’ di JavaScript. È una svolta divertente sul tipico sistema avatar.

Tecnicamente, questo non è un plug-in avatar autonomo. Il sistema Pixel Avatars è un sottocomponente del Plugin della cintura degli strumenti. Creato da Ben Gillbanks, è una raccolta di strumenti che utilizza per la maggior parte dei suoi progetti WordPress. Potrebbe essere eccessivo per molti, ma ogni modulo plugin può essere abilitato o disabilitato in base alle esigenze dell’utente.

Gravatar locali

Questo plugin è anche diverso da altre soluzioni perché non consente il caricamento di avatar locali. Tuttavia, è una solida alternativa per coloro che hanno solo bisogno di tempi di caricamento più rapidi, specialmente sui post che mostrano dozzine o centinaia di immagini Gravatar nei commenti.

Gravatar locali di Ari Stathopoulos è un sistema di memorizzazione nella cache. Memorizza le immagini Gravatar sul server dell’utente per una settimana prima di eliminarle. Questo può aumentare le prestazioni invece di colpire il CDN Gravatar per ogni immagine.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.