Sono a circa un mese dal mio secondo anniversario di scrittura per WP Tavern. C’è stato un progetto che ho seguito dall’inizio di questo viaggio. In un certo senso, stiamo imparando le basi e cresciamo insieme in questa era di WordPress basata su blocchi.

Nel 2019, poco prima di assumere questo ruolo, una delle prime note di storia che ho annotato sono state alcune riflessioni sul lavoro di ElmaStudio Plugin Aino Blocks. Tuttavia, non è stato fino a quasi un anno dopo, quando il team ha ritirato il progetto dal beta testing, e io… seguito da una recensione dell’ammiraglia Tema Aino e plug-in.

Forse è un caso che la squadra di recente rilasciata la versione 2.0 del suo tema più o meno nello stesso momento in cui ho iniziato a fare il punto del mio tempo alla Taverna. Forse questo è il modo in cui il destino mi dice che dovremmo sempre avere un aggiornamento annuale su Aino… sembra una buona idea?

Inoltre, non ha fatto male che Matías Ventura, il responsabile del progetto Gutenberg, abbia nominato il loro lavoro in una conversazione che abbiamo avuto la scorsa settimana. “Mi riempie di gioia quando vedo iniziative come [Aino] costruito da solo un paio di persone”, ha detto. “A parte gli aspetti utente del nostro lavoro, è ciò che ne fa valere la pena.”

Questo faceva parte di una discussione più approfondita relativa al barriere all’ingresso nell’era moderna di WordPress. Abbiamo convenuto che uno dei passaggi più facili fosse la creazione del tema e la progettazione del sito, un’area di interesse per Aino.

Era ora di tuffarsi di nuovo nel progetto. Non l’avevo approfondito abbastanza dalla mia ultima recensione un anno fa.

Devo ammettere che all’epoca avevo sentimenti contrastanti a riguardo. Inizialmente pensavo che il plugin fosse stato avviato troppo tardi. Sembrava essere ancora un’altra libreria di blocchi dopo che le aziende più grandi li hanno battuti sul tempo.

Ellen Bauer, che è co-proprietaria dell’azienda insieme a Manuel Esposito, mi ha incoraggiato a ricontrollare mentre continuavano a costruire. Stavano semplicemente preparando il terreno per la loro visione.

“Volevamo rilasciare i blocchi e il tema Aino su WordPress.org poiché sono stabili da usare in questo momento”, ha scritto nei commenti. “Ma il lavoro vero e proprio è solo all’inizio per noi, dal momento che ora stiamo creando modelli di blocchi per il nostro sistema, e penso che solo allora gli utenti capiranno perché abbiamo costruito il tema e i blocchi in un certo modo”.

Un anno dopo

Uno dei molteplici modelli di funzionalità del tema Aino.

Il team di ElmaStudio sta facendo quel salto che la maggior parte delle aziende a tema dovrà inevitabilmente fare. Hanno annunciato che Aino 2.0 ha abbandonato il suo abito classico e si è trasferito al 100% dei blocchi all’inizio di questo mese.

Per questo particolare tema, la mossa non è stata così monumentale come sarebbe stata per altri con layout più intricati. Aino stesso è sempre stato un design minimale, più una tela aperta per i blocchi che altro. È il tipo di tema pensato per togliersi di mezzo e consentire all’utente di creare singole pagine da zero.

Questo potrebbe essere stato il suo aspetto negativo un anno fa. Il team aveva creato un plug-in per facilitare gli utenti nel processo di creazione della pagina, ma il suo modello a blocco singolo non forniva molto come punto di partenza. Il suo blocco Grid è uno strumento potente ma sembra anche più adatto a designer/sviluppatori. Le sue opzioni potrebbero essere troppo avanzate per alcuni utenti finali a seconda della loro familiarità con la terminologia CSS.

Oggi, questo sembra molto diverso. Il tema Aino viene fornito con – contali — 42 schemi a blocchi. È anche dove questo progetto brilla. io Maggio hanno menzionato qualcosa sul fatto che questa sia la strada da percorrere l’anno scorso:

La cosa migliore da fare per l’azienda è concentrarsi sulla costruzione di modelli. Il suo primo modello mostra alcune promesse. Spero in un lavoro più interessante in arrivo.

Il team ha preso quella base adatta agli sviluppatori del blocco Grid e ha costruito su di essa un sistema di layout di facile utilizzo. Gli utenti devono semplicemente fare clic per inserire e personalizzare.

Modello di portfolio con due colonne di immagini a destra e testo introduttivo a sinistra. Linee della griglia mostrate dietro il motivo.
Blocco griglia di Aino utilizzato in un modello di portafoglio.

Poiché i modelli di Aino sono costruiti su questa base di griglia, i layout dello studio di design sono ottimizzati per ogni dimensione dello schermo.

A meno che altri autori di temi non si basino sullo stesso plug-in o su un blocco simile basato su griglia, vengono lasciati con WordPress/Gutenberg di serie. Ciò fornisce opzioni limitate per la progettazione reattiva di layout più complessi. Questo dovrebbe essere un punto focale del ciclo di rilascio di WordPress 5.9, ma potrebbe volerci un po’ di tempo prima di avere qualcosa di potente come i vari blocchi di griglia disponibili tramite i plugin.

Le basi di ElmaStudio nei due anni precedenti stanno dando i loro frutti, almeno in termini di ciò che il team può creare. Con gli elementi fondamentali in atto, nulla dovrebbe impedire loro di costruire i prossimi 42 modelli e altro ancora.

Colonna di sinistra con intestazione e introduzione di testo. Colonna di destra delle immagini dei membri del team a due colonne.
Un modello di squadra dal tema Aino (anch’esso costruito sul blocco Griglia).

Sono ancora tiepido sulla maggior parte dei blocchi nel plugin, penso che i blocchi Hero e Testimonial dovrebbero essere solo schemi, e il [Aino] Il blocco dei pulsanti dovrebbe essere un’estensione delle opzioni per quello nel core. Il layout della griglia è la caratteristica su cui ruotano tutte le cose migliori del progetto Aino.

Il tema stesso di Aino sembra insignificante da solo, almeno a prima vista. Tuttavia, il progetto non è completo finché non viene accoppiato con il plugin Aino Blocks.

Il tema necessita di alcuni lavori di progettazione sulla sua spaziatura predefinita. Ad esempio, i paragrafi che seguono un blocco largo o completamente allineato non hanno spazi sopra di essi. Il testo tra virgolette si appoggia sul lato del bordo sinistro. Bug banali come questi sono soluzioni facili. A volte, non è evidente che ci sia un problema fino a un aggiornamento del plugin Gutenberg, che spesso lascia gli autori del tema a caccia di modifiche. Questa è la vita di un designer che vive all’avanguardia, supportando le ultime funzionalità tramite un tema a blocchi.

Sono felice di aver avuto ancora una volta l’opportunità di tuffarmi di nuovo nel progetto Aino. Un anno fa la differenza e il duo dietro il tema e il plugin ha sfruttato il tempo. In questo momento, hanno un solido progetto per gli utenti che vogliono costruire le loro pagine con i blocchi. Ci sono abbastanza modelli per quasi tutti i proprietari di siti web.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.