Era necessario dirlo. So che alcuni di voi adoravano scrivere nell’editor classico. So che ad alcuni di voi piace l’attuale editor di blocchi. Alcuni di voi potrebbero persino essere stati elettrizzati dal precedente tentativo della piattaforma di una modalità di scrittura senza distrazioni.

Ma, per la scrittura vera e propria, WordPress è sempre stato un po’, una specie di, OK — forse anche Buona — ma non eccezionale.

Insieme a un tema incentrato sui contenuti con un’ottima tipografia e un foglio di stile dell’editor registrato, sia l’editor classico che quello a blocchi potrebbero essere uguali. Offrirebbero un’interfaccia e un’esperienza di modifica del contenuto come si vede sul front-end. Tuttavia, avere la parte posteriore e quella anteriore che si incontrano non significa necessariamente che tu abbia un ideale scrivere Esperienza. Può essere una piattaforma di alto livello per il layout e il design. Tuttavia, per digitare le parole su uno schermo, ci sono strumenti migliori.

Quando parlo di scrittura, mi riferisco generalmente a contenuti di media o lunga durata. Se stai scrivendo post di 200 parole, inserendo foto o progettando una landing page, WordPress è buono come viene. Per la pubblicazione di software, è una potenza che pochi sistemi possono rivaleggiare.

Tuttavia, pubblicare e scrivere sono due cose diverse.

C’è stato un tempo in cui scrivevo pagine su pagine di saggi, narrativa e tutto il resto a mano. Con penna e taccuino, ho passato ore a redigere documenti per le mie lezioni all’università. Anche negli ultimi due anni, mentre seguivo quattro o cinque corsi di inglese e giornalismo alla volta, mi aggrappavo a ciò che conoscevo meglio. La sensazione della penna nella mia mano era una fonte di conforto. Scivolava in cima alla pagina in corsivo leggibile ma imperfetto.

Non è stato fino a una lezione di etnografia che ho dovuto mettere giù la penna e passare all’aggiornamento tecnologico del computer. Non fraintendermi. All’epoca ero un dattilografo veloce ed ero sulla buona strada per diventare uno sviluppatore di WordPress. Non sono diventato maggiorenne con i computer, ma ho acquisito rapidamente le competenze di cui avevo bisogno. All’epoca stavo persino scrivendo post sul blog nell’editor classico di OG.

Tuttavia, scrivere è stato un atto così personale per me, e la tastiera e lo schermo sembravano impersonali. Un articolo etnografico di 30 pagine sull’alfabetizzazione moderna ha cambiato il mio punto di vista sulla questione. Da allora, non ho guardato indietro.

Se sei preoccupato che dirò che sei bloccato nel passato, non è così. Gli strumenti che usiamo possono essere di grande conforto per noi. Non direi a un pianista di non comporre il loro prossimo pezzo sul vecchio pianoforte da chiesa che hanno suonato fin dall’infanzia. Questa potrebbe essere una fonte di ispirazione, allo stesso modo, per il software di scrittura preferito di qualcuno.

Quello che ho imparato è provare cose nuove ogni tanto. Sono proprio il tipo di persona che si blocca nell’usare gli strumenti con cui mi trovo a mio agio, quindi ricordo a me stesso di mescolare le cose di tanto in tanto.

Il classico editor di WordPress e non ho mai cliccato. Alla fine, ho imparato a scrivere in Markdown e a trasferire quei post nell’editor di WordPress. di Mark Jaquith Ribasso al salvataggio plugin è stata una manna dal cielo per molti anni. Alla fine, sono passato al modulo Markdown di Jetpack. Oggi, l’editor di blocchi converte automaticamente il mio formato di scrittura preferito in blocchi mentre lo incollo.

Per quanto ami l’editor di blocchi, lo uso raramente durante il processo di stesura. Sto letteralmente scrivendo questo post in Atom.

Il mio spazio di lavoro di scrittura (Atom).

Atom è noto più per essere un editor di codice, ma i suoi pacchetti sono utili per gli appassionati di Markdown. Mi piace anche usare qualcosa con accesso rapido alle cartelle per attraversare varie storie e progetti in corso. Uso un semplice sistema “bucket” per i post di lavoro, pubblicati e cestinati per organizzare tutto. Una volta terminata la stesura e l’esecuzione della prima modifica, copio e incollo il testo direttamente nell’editor di WordPress. Poi, mi tuffo nei round di editing finali. È qui che WordPress diventa molto più vantaggioso per il mio flusso. Posso apportare modifiche che non ho visto in un formato di testo più semplice e inserire i media è semplice.

Sono sicuro che a molte persone non piacerebbe la mia scelta di strumenti di scrittura o il mio flusso di lavoro. Ad alcune persone piace scrivere in Microsoft Word: davvero, ho sentito dire che esistono persone del genere. Altri pubblicano tramite e-mail, app o altri programmi per computer.

Attualmente, sto provando Dabble durante il National Novel Writing Month (NaNoWriMo). Ho scritto tramite Atom l’ultima volta che ho partecipato alla sfida di scrittura. Tuttavia, lo strumento che mi piace di più per scrivere post sul blog offre un’esperienza scadente per qualcosa di così complesso come un manoscritto di 50.000 parole.

Screenshot del software di scrittura Dabble. Le aree di contenuto mostrano le parole scritte sullo schermo.
Scrivere un romanzo manoscritto in Dabble.

Dabble è una piattaforma creata appositamente per scrivere libri. Vorrei che fosse open-source, ma è difficile trovare un software equivalente senza licenze restrittive. Tuttavia, fa il suo lavoro e rimane nella sua corsia. Inoltre, non fa male che aggiorni il conteggio delle parole tramite l’API NaNoWriMo.

Finora, sto amando l’esperienza Dabble. È anche imperativo che coloro che lavorano sulla piattaforma WordPress escano dalle nostre bolle e provino il software correlato. Dovremmo imparare e crescere da esso. Quindi, riporta quelle esperienze nell’ovile di WordPress.

Non riesco a immaginare di scrivere un romanzo in WordPress senza prima creare un plugin che aggiunga i bit extra, come le scene e le schede dei personaggi, e tagli via quasi tutto il resto. La tela di modifica potrebbe essere accettabile con le giuste regolazioni di stile. Nota: se qualcuno vuole costruirlo, sarei felice di offrire un feedback diretto.

WordPress potrebbe non essere mai l’esperienza di scrittura ideale per tutte le persone. Tuttavia, dovrebbe sempre offrire un percorso verso la pubblicazione, indipendentemente dagli strumenti preferiti dai suoi utenti.

Dovrebbe anche continuare a sforzarsi di creare un’esperienza di scrittura più completa. Oltre ad alcune stranezze, l’editor di blocchi sembra essere su questa strada. Ogni tanto ci scrivo un post. Fa parte della mia promessa di uscire dalla mia zona di comfort. Ogni volta, l’esperienza è migliore. Continua ad essere in quella zona “sorta di bene”, e io sono d’accordo. WordPress sta facendo progressi.

Continua la conversazione. Questo post si basa sui seguenti articoli:

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.