Screenshot of the Frost WordPress theme. It has a hero/intro area, followed by three boxes and a media + text section.
Categories
News Sviluppo Realizzazione Siti Web Wordpress Serra Simone

WP Engine acquisisce Frost di Brian Gardner e lo apre al pubblico – WP Tavern

Tempo di lettura: 4 minuti

Brian Gardner annunciato oggi che WP Engine ha acquisito il suo ultimo progetto, brina. In un’e-mail inviata a tutti i clienti, Gardner ha affermato che il suo team ha emesso rimborsi a tutti i clienti attuali. Il modello di business sta cambiando e Frost sarà un progetto disponibile gratuitamente in futuro e si concentrerà sull’editing completo del sito.

Frost è un tema WordPress che Gardner ha rilasciato all’inizio di quest’anno come prodotto principale di una nuova attività di avvio. La versione originale è stata distribuita come tema figlio di Genesis, il framework del tema StudioPress su cui aveva lavorato per gran parte della sua carriera in WordPress. WP Engine ha acquisito StudioPress nel 2018 e Gardner si è dimesso dal suo ruolo nell’ottobre 2019. Non gli ci è voluto molto per ritrovare la strada di nuovo nel gioco di sviluppo di temi WordPress, riportando il suo stile personale nel mondo dei temi con Frost. Quindi, ha ottenuto un nuovo lavoro nei ranghi di WP Engine a settembre.

“Sto guidando il team WordPress Developer Relations presso WP Engine”, ha affermato. “Abbiamo una missione semplice: accelerare l’innovazione in WordPress e aiutare la comunità a passare all’editor di blocchi e all’editing completo del sito (né Gutenberg). Inoltre, vogliamo coltivare una risorsa comunitaria interattiva e immersiva che funga da scrigno di conoscenza e funga da tramite tra il progetto WordPress e i suoi utenti”.

Ho chiesto se c’era qualcosa di concreto che potesse condividere, magari che forma avrebbe preso, ma non è entrato in altri dettagli. In generale, più risorse la comunità di sviluppo e progettazione ha intorno al sistema a blocchi, più velocemente può evolvere l’ecosistema. Solo il tempo dirà cosa crea il team di Gardner all’interno di WP Engine.

“Quando sono entrato in WP Engine alla fine di settembre, era evidente per me [WP Engine] ha visto il valore nella costruzione di relazioni con designer, sviluppatori e creatori — all’interno del nostro Atlante linea di prodotti, così come con WordPress”, ha affermato Gardner. “Anche se c’era interesse per Frost quando sono salito a bordo, è stato solo quando la mia visione per il nostro team è diventata chiara è entrata in scena un’acquisizione. Ho consigliato di portare Frost in azienda e assumere Nick Diego”.

Diego è il creatore del Visibilità del blocco e Blocco icone plugin. Ha anche iniziato a lavorare su Frost alla fine di settembre.

“In linea con il valore fondamentale di WP Engine di ‘Committed to Give Back’, Frost sta passando da un prodotto a pagamento a uno gratuito”, ha affermato Gardner. “Dato il cambiamento del modello di business, abbiamo emesso rimborsi completi a tutti i clienti attivi. Con l’open source Frost e concentrandoci sull’editing completo del sito, speriamo di incoraggiare una comunità di costruttori a sperimentare le capacità in espansione dell’editor di blocchi. Crediamo nel suo potenziale e non vediamo l’ora di aiutarlo a crescere”.

Il gelo è aperto a tutti tramite il repository di temi di WP Engine su GitHub.

Un salto nel tema dei blocchi

Quando Gardner ha venduto StudioPress nel 2018, diversi fattori hanno avuto un ruolo nella decisione. Tra questi c’era l’incertezza sul progetto Gutenberg e sul futuro di WordPress.

“Mi ci è voluto del tempo per mettere insieme i pezzi, ma quando l’ho fatto, ho visto quanto potente sia diventato l’editor di blocchi”, ha detto. “In particolare, sono entusiasta dei modelli di blocco, degli stili globali e della creazione di temi che le persone possono utilizzare per creare bellissimi siti Web con poco sforzo”.

Il risultato del suo ritrovato entusiasmo per il sistema dei blocchi fu Frost. Ho avuto l’opportunità di armeggiare con il tema. Ha lo stile di design minimalista caratteristico di Gardner, un focus sulla tipografia leggibile e un ampio respiro per il contenuto.

Al giorno d’oggi, i design più semplici sembrano quasi alla pari con qualsiasi tema a blocchi, indipendentemente dall’autore del tema. Ciò che probabilmente distinguerà Frost è il suo schemi a blocchi. Attualmente viene spedito con 38 di loro. I layout dovrebbero consentire agli utenti di impostare rapidamente i propri siti, insieme agli stili di blocco personalizzati del tema.

“Sono un grande fan dei modelli a blocchi e vedo il loro potenziale se abbinati al crescente supporto di elementi di design/stile all’interno theme.json“, ha detto Gardner delle cose di cui è entusiasta. “Inoltre, l’editor del sito è qualcosa che ritengo, una volta maturo, cambierà le regole del gioco per WordPress e per coloro che lo costruiscono”.

Il Block Pattern Explorer Il plug-in era inizialmente una parte del plug-in della libreria Frost, ma Gardner e Diego lo hanno estratto e lo hanno reso disponibile a tutti. Volevano anche servire i modelli Frost attraverso di essa. La speranza è che i miglioramenti già in atto tramite il plug-in trovino la loro strada nel core di WordPress.

Modalità di sovrapposizione dei modelli di blocco nell'editor di WordPress.  Versione aggiornata del plug-in Block Patterns Explorer che aggiunge tipi di categoria e un pulsante Aggiungi pattern.
Modelli di tema Frost tramite Block Patterns Explorer

Il design è un po’ più raffinato del core. Include i tipi di categoria, una caratteristica che il tema utilizza per separare le proprie categorie di pattern dalle altre. Il plug-in di esplorazione sperimentale consente agli utenti di visualizzare in anteprima i modelli tramite desktop, tablet e visualizzazioni mobili. E ha un chiaro pulsante “Aggiungi motivo” per inserire un motivo a blocchi nel post.

Alla fine, hanno in programma di disattivare il plug-in una volta che le sue funzionalità si faranno strada in WordPress.

I temi di WordPress hanno fatto molta strada da quando Gardner si è tuffato per la prima volta oltre un decennio fa. All’epoca, gli utenti dovevano aprire i file modello per personalizzare i frammenti della loro home page. Mentre ci muoviamo verso WordPress 5.9, gli utenti avranno lo stesso potere. Tuttavia, modificheranno Frost tramite l’editor del sito WordPress anziché i file PHP.

“Sì, sento che stiamo tornando indietro in una certa misura”, ha detto. Era in risposta a una domanda sui suoi primi giorni di progettazione di temi per WordPress rispetto ad ora.

“Anche se WordPress non sarà mai più solo una piattaforma di blogging, sembra che il software stia cambiando pelle. L’ironia è che vediamo WordPress utilizzato in modi sofisticati che, ad essere onesti, non avrei mai pensato che sarebbe stato possibile. Quanto a me, credo nel potere della semplicità. È diventata la mia stella polare per tutto ciò che creo e mi ha permesso di navigare tra i flussi e i riflussi di un software e di un’industria in continua evoluzione”.


Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.

Scroll Giù