La scorsa settimana è uscito WPBeginner Ruolo di moderazione dei commenti nella directory dei plugin di WordPress. Il plugin fa un semplice lavoro di creazione di un singolo ruolo utente che può solo moderare i commenti.

Il caso d’uso più comune per un tale ruolo, denominato “WPB Comment Moderator” nell’amministratore, è per i team più grandi che necessitano di un account utente separato per affrontare la moderazione. WordPress non ha un modo integrato per gestirlo. Per uno dei CMS più estensibili del pianeta, questa è un’area in cui ha sempre fallito.

Sembra quasi ieri. In realtà, era 10 anni fa quando mi sono imbattuto in un (allora) bambino biglietto per un bug quello è stato un punto di rottura in un progetto a cui stavo lavorando. Avevo bisogno di concedere a utenti specifici su un sito WordPress l’autorizzazione a moderare i commenti ma non consentire loro di modificare altre cose nell’amministratore.

Alcuni di voi potrebbero pensare che il moderate_comments capacità dovrebbe consentirlo. E avresti ragione nel pensare che sia dovrebbero. Tuttavia, non è affatto così che funziona. Affinché gli utenti possano modificare i commenti, devono anche essere in grado di modificare i post. È un po’ un pasticcio contorto se si esegue un’immersione profonda nel codice principale solo per trovare controlli delle autorizzazioni hard-coded che sono impossibili da sovrascrivere senza riscrivere grandi blocchi di codice.

Mi sarei imbattuto nello stesso problema più volte negli anni successivi. Ho creato alcune soluzioni alternative una tantum per progetti specifici, ma non sono mai state l’ideale. E non sono mai stato interessato a mantenere un plugin che risolvesse questo problema perché sapevo che aveva il potenziale per essere un po’ fastidioso.

Mentre ho visto alcune altre soluzioni, ognuna fondamentalmente imperfetta, sono felice di vedere qualcuno che affronta questo problema senza esporre problemi di autorizzazioni.

Il plugin Comment Moderation Role di WPBeginner funziona nello stesso modo in cui penso che dovrebbe funzionare un plugin del genere, almeno con i blocchi stradali che WordPress attualmente mette in mezzo.

Gli amministratori del sito possono aggiungere il moderatore dei commenti WPB a qualsiasi account tramite la schermata di amministrazione della gestione degli utenti. Il processo è lo stesso dell’aggiunta o della rimozione di qualsiasi altro ruolo in WordPress.

Concessione del ruolo di moderatore del commento WPB a un utente.

Dopo aver aggiunto il ruolo a un utente, quell’utente può accedere alla schermata di amministrazione dei commenti. Possono anche vedere sia la Dashboard che il proprio profilo nell’amministratore. Tranne nei casi in cui hanno un altro ruolo aggiunto tramite un plug-in diverso, non avranno il permesso di accedere ad altre schermate.

Schermata di gestione dei commenti se visualizzato come utente con il ruolo di moderatore di commenti WPB.
Schermata di amministrazione dei commenti per l’utente con il ruolo di moderatore dei commenti di WPB

A causa del controllo delle autorizzazioni hard-coded di base di WordPress, il plug-in deve creare la propria schermata di gestione dei commenti. La maggior parte degli utenti non se ne accorgerà perché è tutto sotto il cofano. Il plugin lo aggiunge solo quando necessario e non ha un aspetto o funziona in modo diverso dalla schermata predefinita. È solo un sacco di lavoro di codice e duplicazione per correggere un bug segnalato di 11 anni in WordPress.

Fino a quando il problema fondamentale non verrà affrontato nel core di WordPress, il ruolo di moderazione dei commenti è il miglior plugin per questo lavoro. Dopo numerosi test, ora posso dire che ora è saldamente incastonato nella mia cassetta degli attrezzi, pronto per essere estratto quando necessario per un progetto.

Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.