Yoast si sposta al di fuori delle piattaforme open source per lanciare l'app SEO per Shopify – WP Tavern
Categories
News Sviluppo Realizzazione Siti Web Wordpress Serra Simone

Yoast si sposta al di fuori delle piattaforme open source per lanciare l’app SEO per Shopify – WP Tavern

Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo 10 anni nell’ecosistema di WordPress come una delle aziende di plug-in più popolari, Yoast si sta espandendo con un nuovo App SEO per il mercato Shopify. L’app offrirà ai commercianti Shopify una serie di ottimizzazioni per i risultati di ricerca e Google Shopping, aggiungerà automaticamente dati strutturati e consentirà agli utenti di ottimizzare per le frasi chiave desiderate. Verrà lanciato nell’app store di Shopify il 18 gennaio 2022.

“Un’app sulla piattaforma Shopify è un’enorme opportunità di business”, ha affermato Thijs de Valk, CEO di Yoast. “Shopify sta crescendo rapidamente. Ha senso creare un’app e trarre profitto dalla crescita di quella specifica piattaforma”.

Shopify è il secondo CMS in più rapida crescita, secondo I dati 2021 di W3Techs, utilizzato sul 4,4% dei siti web, rispetto al 3,2% dell’anno scorso. Il successivo contendente più vicino, Wix, ha rinunciato a Joomla e Drupal nel 2021, promuovendo una tendenza di piattaforme software ospitate e chiuse che seppelliscono i CMS open source.

Nella sua semestrale Analisi della quota di mercato di CMS, Il fondatore di Yoast Joost de Valk ha osservato il rallentamento della crescita di WordPress rispetto a prima nella pandemia e ha commentato che la piattaforma non sembra orientarsi verso Quota di mercato del 50% come avrebbe previsto in base ai numeri di un anno fa.

“Shopify continua a mostrare una crescita sorprendente, in alcuni mesi negli ultimi 6 mesi è persino riuscito a eguagliare la crescita di WordPress in numeri assoluti”, ha affermato de Valk. “Allo stesso modo, Wix ha accelerato il ritmo e sta crescendo rapidamente”. Proietta che la quota di mercato di Shopify sarà superiore al 5% entro i prossimi sei mesi.

“La crescita di Yoast (finora) è stata fortemente dipendente da WordPress”, disse Thijs de Valk. “Questo ci rende un po’ vulnerabili. Quando abbiamo deciso di creare l’app Shopify, non siamo stati ancora acquisiti da Newfold Digital. La decisione di creare quell’app è stata anche di diversificazione del rischio. Avere un’app o un plug-in su più piattaforme garantisce solo che la nostra azienda possa crescere in modo sostenibile”.

Entrando in un nuovo mercato, de Valk ha affermato che l’esperienza finora è molto diversa.

“Shopify è un ecosistema diverso, molto più commercializzato di WordPress”, ha affermato. Il prezzo del prodotto per la piattaforma ospitata è superiore a quello che gli utenti potrebbero pagare mensilmente per un plug-in nell’ecosistema WordPress. Il App Yoast SEO sta iniziando su Shopify App Store a $ 29 al mese, che secondo de Valk ha un prezzo competitivo.

“Ciò rende il mercato di Shopify interessante da estendere”, ha affermato de Valk. “Abbiamo grandi sogni di far crescere ulteriormente la nostra azienda (dentro e fuori WordPress) e il successo in Shopify lo renderebbe molto più semplice.”

A differenza del repository dei plugin di WordPress, l’App Store di Shopify non pubblica il numero di utenti per ogni app, quindi non è facile vedere chi saranno i principali concorrenti di Yoast SEO. App SEO per Shopify sono già uno spazio affollato e molte app, come SEO King, hanno più funzionalità, un piano gratuito, prezzi più competitivi e già centinaia di recensioni positive. Yoast SEO avrà una sfida davanti a sé, entrando in un mercato con molti concorrenti affermati.

de Valk ha affermato che Yoast non ha assunto alcuno sviluppatore Shopify ma fa affidamento sulle competenze degli attuali dipendenti.

“La maggior parte di ciò che era necessario lo sapevamo già o abbiamo imparato sul lavoro, come facciamo noi”, ha detto. L’azienda ha avuto discussioni interne sul fatto che ora ai dipendenti viene chiesto di scrivere software closed source.

“Stiamo rompendo con la nostra tradizione di rilasciare il software Yoast SEO solo su piattaforme open source”, ha affermato de Valk. “Shopify è closed source. Ne abbiamo parlato molto perché in Yoast siamo fan e ragazze open-source. Allo stesso tempo, migliorare il web è anche qualcosa di molto caro al nostro cuore. E pensiamo che Shopify stia migliorando il web.

de Valk ha confermato che tutti i dipendenti Yoast erano d’accordo con lo sviluppo di software closed source e nessuno di loro è andato avanti a seguito del cambiamento. In questo caso, la missione più nebulosa dell’azienda di “rendere il Web migliore” ha superato il suo impegno nei confronti del software open source.

Nel 2021, Yoast è stato uno dei maggiori contributori al core di WordPress attraverso la sua Cinque per il futuro impegno. La società prevede di continuare i suoi impegni con WordPress e amplierà le sue donazioni di beneficenza dai previsti profitti di Shopify. Yoast chiama questa nuova iniziativa “Five for the web”. Questa mi sembra una scelta strana, poiché l’intenzione del programma Five for the Future è di evitare il “tragedia dei beni comuni” scenario, che colpisce i sistemi di risorse ad accesso aperto come il software open source. Questo è chiaramente delineato sul sito web di Yoast nel sezione sull’open source dove afferma: “In Yoast, è al centro di ciò che facciamo”.

“Con i soldi che guadagniamo in Shopify, vogliamo anche restituire”, ha detto de Valk. “Restituiremo quei soldi a iniziative che migliorano l’intero web. Stiamo già facendo alcune cose lì. Yoast è un membro del W3C, e il nostro Jono Alderson è nel Comitato consultivo AMP. Abbiamo in programma di aumentare i nostri sforzi e le nostre iniziative per migliorare il Web e restituire al Web il 5% delle nostre entrate di Shopify”.

L’intenzione di Yoast di supportare il controverso progetto AMP con una parte dei suoi profitti del 5% è una scelta curiosa, in quanto l’iniziativa è già pesantemente sostenuta finanziariamente da Google e non sembra sollecitare donazioni. Quando è stato chiesto che tipo di influenza o responsabilità l’azienda sta portando all’Advisory Board di AMP, de Valk ha affermato che il loro obiettivo principale è quello di offrire consulenza.

“AMP è solo una delle cose che facciamo, supportiamo anche w3c, creiamo strumenti per i test PHP e supporteremo molto di più”, ha affermato. “Abbiamo dedicato del tempo al comitato consultivo dell’AMP con l’obiettivo di fornire consulenza al comitato direttivo tecnico. E in questo modo cerchiamo, come ho detto, di rendere il web aperto il più forte possibile”.

Yoast ospiterà un Yoastcon online – Edizione Shopify il 20 gennaio, che inizierà con una demo del prodotto. L’evento è gratuito e i partecipanti possono aspettarsi di ascoltare gli esperti del settore SEO e imparare come migliorare i loro negozi online.


Source link

Web Designer Freelancer Realizzazione Siti Web Serra Simone Realizzo siti web, portali ed e-commerce con focus specifici sull’usabilità, l’impatto grafico, una facile gestione e soprattutto in grado di produrre conversioni visitatore-cliente. Elaboro siti internet, seguendo gli standard Web garantendo la massima compatibilità con tutti i devices. Sviluppo e-commerce personalizzati, multilingua, geolocalizzati per potervi mettere nelle migliori condizioni di vendita. Posiziono il tuo sito su Google per dare maggiore visibilità alla tua attività sui motori di ricerca con SEO di base o avanzato.

Scroll Giù